Treccia russa…un pò spettinata!

Alle elementari portavo le trecce,era la mamma a farmele ogni mattina,nonostante le mie resistenze e le mie grida.Odiavo portarle,le faceva così strette che non un capello fiatava o ne usciva ribelle e inquieto.Io invece irrequieta e ribelle, sfilavo apposta gli elastici ed ero felice e soddisfatta nel vedere i lunghi capelli sciogliersi lentamente,timidamente,quasi intimoriti dalle occhiatacce della mamma.
E’ dalle elementari che non faccio le trecce.
Mai più le rifarò,sicuramente non ne rifarò mai più due e per giunta ai lati delle testa.Ma una l’ho rifatta e si è mostrata subito molto raffinata…fintamente trasandata,avrei voluto che qualche ciocca scappasse via per renderla anche un pò sexy,ma la ricetta mi ha richiamato all’ordine e le ho infilato subito le forcine.
Treccia russa

Ingredienti :
per uno stampo da plum cake 15×30
200 g di farina 00
200 g di farina manitoba
un cucchiaino di miele
mezzo cubetto di lievito di birra fresco
100 ml di latte intero
80 g. di burro morbido
90 g di zucchero semolato
un pizzico di sale
 scorza di un limone grattuggiata
2 uova intere e 1 tuorlo
Per la farcitura
100 g di burro morbido
100 g. di zucchero al velo
scorza e succo di un limone

Sciogliere il lievito nel latte appena tiepido con il miele e un cucchiaio della farina.Verrà fuori una pastella abbastanza liquida che verrà fatta fermentare una mezz’ora coperta.In una ciotola larga battere le uova con lo zucchero,unire anche il burro morbido e in piccoli pezzi,man mano anche la farina e la pastella lievitata.Unire il sale e il limone.Impastare prima un pò nella ciotola e versare poi il tutto sulla spianatoia,ottenendo un panetto liscio ed elastico.Lasciare lievitare fino al raddoppio.Quando sarà lievitato stendere in un rettangolo di circa mezzo cm,prelevarne un piccolo pezzo per foderare il fondo dello stampo.Montare il burro morbido insieme allo zucchero e al succo e alla scorza di limone.Spalmare la crema al sulla pasta stesa restante.Arrotolare nel senso della lunghezza,ottenendo così un grosso cilindro.Tagliare ad un’estremità  un pezzo di circa cinque cm e mettere da parte,servirà poi come decoro,sarà la prima rosa.Incidere il rotolo  a metà nel senso della lunghezza,lasciandone una parte intatta per una lunghezza di circa dieci cm.Passarla sotto ai due cilindri ottenuti in modo da ottenere una rosa e attorcigliare a  di treccia i due cilindri.Disporlo nello stampo,poggiando sull’altra estremità il pezzetto messo da parte,così si otterranno due rose ai due lati della treccia.Allargare un pò i petali.Infornare per circa 40 minuti ad una temperatura di 160°.
Calda è stravolgente,ma tiepida è sempre stravolgente,ma meno pericolosa!

* naturalmente può essere impastato nella planetaria,dimezzando il lavoro,ma anche a mano,l’impasto è sostenuto e facile da maneggiare.
* metto sempre uno strato di pasta sottile sul fondo dello stampo,soprattutto in queste torte lievitate farcite di burro,come pure la classica torta di rose.Evito che il burro sciogliendosi coli sul fondo,rischiando di bruciare e rilasciando quel tipico sapore amaro.Invece lo strato di pasta  lo raccoglie,rendendo il tutto ancora più gustoso.
* con questo caldo ho fatto le tre lievitazioni in mezza giornata.
* le farciture possono essere varie,con confettura,creme,marmellate e quella nutella che non ci sta mai male.

Mi son persa tra fragole,trecce,ricordi,foto,immagini,sole…sapete che ogni tanto mi perdo,ma son sempre qui e nonostante la poca presenza vi abbraccio sempre col cuore!
Buona settimana amiche mie!

Comments

  1. Leave a Reply

    Ely Valsecchi
    6 maggio 2013

    Io le trecce non le ho mai portate ma tesoro questa me la farei subito, o meglio la mangerei di corsa deve essere di un buono!!!!! E ti immagino caparbia e furbetta mentre te le sciogli 🙂 Baci

  2. Leave a Reply

    Angie
    6 maggio 2013

    Bellissima!!! …e deve essere anche buonissima!!!
    ciao:)

  3. Leave a Reply

    Any
    6 maggio 2013

    E' bella e soffice questa treccia! Ti è venuta una meraviglia e sicuramente le trecce le farai ancora!
    Un abbraccio grande e buon inizio settimana.

  4. Leave a Reply

    Le Ricette di Tina
    5 maggio 2013

    Ciao tesoro hai passato una bella domenica?Che belle le trecce magari la mia me l'avesse fatte!Eravamo 4 figlie femmine e un maschietto e non aveva tempo per farcele…li abbiamo sempre avuti corti quanto li odiavo!!!hihihiihhi

    Che treccia!!La vidi da Vicky tempo fa e me ne innamorai..troppo bellaaaa mi piace!Bravissima tesoro!Un abbraccio felice settimana

  5. Leave a Reply

    monica zacchia
    3 maggio 2013

    bella mia Damiuzzaaaaa, ma che mi combini con quelle trecce bionde e i capelli ribelli! Bella che sei! Che treccia super, è un impasto dolce che si può farcire anche con la frutta secondo te? e io vorrei mangiarla ora, c'ho una fame… ecco cosa ti distraeva ultimamente… mumble mumble… ti mando un bacio grande grandissimo. LA tua Rottermeier! smuack

  6. Leave a Reply

    Anastasia
    2 maggio 2013

    Che bella che sei Dami… dentro e fuori!!! La tua treccia spettinata me la sono immaginata eccome, pure la mia mamma si ostinava a farmele, che Pippi Calzelunghe a confronto non era nessuno!
    Per quelle che si mangiano però, vuoi mettere??
    Dai la facciamo un'eccezione, è troppo morbida e buona!!!!
    Un bacio grande grande!

  7. Leave a Reply

    piccoLINA
    2 maggio 2013

    Magari io avessi avuto le treccine da piccola…mia mamma mi tagliava i capelli cortissimi che sembravo un maschio…sgrunt!
    Questa treccia e' meravigliosa Damiana… ne ho viste tante in rete e non mi sono mai azzardata, ma la tua ha un aspetto sofficissimo! Che voglia!!!!

    Un abbraccio

  8. Leave a Reply

    eli
    1 maggio 2013

    Che treccia meravigliosa.
    Ti eleggo regina delle viennoiseries!
    Ricordo anche io le trecce da bambina, avevo capelli lunghissimi ( e perennemente ingarbugliati) che mia mamma tirava senza pietà e perdippiù mi diceva "per essere belle bisogna soffrire" ahahahahah!
    Ora ci rido, ma allora erano lacrime!

  9. Leave a Reply

    Ely Mazzini
    1 maggio 2013

    Ciao Damiana, avrei preferito sicuramente avere le trecce piuttosto che i capelli corti che mia madre si ostinava a farmi portare…che rabbia!!!
    Senti, questa treccia è favolosa e grazie per la dritta di mettere sotto uno strato di pasta per assorbire il burro, sei geniale!!!
    Un abbraccio, buon 1° maggio…

  10. Leave a Reply

    Fabiano Guatteri
    1 maggio 2013

    mi sono unito al tuo sito perché mi piacciono i dolci che proponi (e anche la crema di limoncello che io adoro).

  11. Leave a Reply

    Giovanna Bianco
    1 maggio 2013

    Mia madre mi faceva la coda, forse perchè più sbrigativa!!! Bellissima e tanto buona la treccia,quasi quasi la faccio!!! Un abbraccio e buon 1° Maggio!!!

  12. Leave a Reply

    Maria
    1 maggio 2013

    complimenti e' davvero deliziosa questa treccia e sicuramente buonissima….un abbraccio.

  13. Leave a Reply

    Dolci a gogo
    1 maggio 2013

    Io ho avuto fino alle medie sempre i capelli cortissimi non so perchè ma mia mamma aveva sta fissa, poi mi sono rifatta gli anni successivi facendoli crescere lunghissimi:D.
    La tua treccia amica mia però mi incanta davvero è una meraviglia sexy e intrigante ma molto molto chic!!Bacioni,Imma

  14. Leave a Reply

    Stefania formine e mattarello
    1 maggio 2013

    Anch'io ho portato le trecce per evitare che i capelli si attorcigliassero! erano in ordine per un'ora e poi sempre spettinate. Questa treccia tesoro è favolosa! bella morbida con quella crosticina croccante buonissima!!
    un abbraccio a presto.

  15. Leave a Reply

    Manuela e Silvia
    30 aprile 2013

    Che spettacolo la forma di questo pandolce! Scenografica, sfogliata e dolce al punto giusto. Perfetta per la colazione del 1°maggio!
    baci baci

  16. Leave a Reply

    Federica Simoni
    30 aprile 2013

    non ho mai amato le trecce e pensa che mi sono sposata con una pettinatura fatta con la treccia interna…sarò fuori!! ^_^
    a parte le trecce, io adoro questa treccia sfornata dalle tue mani!! fa vo lo sa!! un abbraccione Damiana!

  17. Leave a Reply

    lacasasullaScogliera
    30 aprile 2013

    Che neraviglia! A me i lievitati non riescono bene… ma questo è una meraviglia e mi piacerebbe moltissimo!!!
    Baci
    Elli

  18. Leave a Reply

    Giovanna
    30 aprile 2013

    Cara Damy è proprio così che ti immagino: bella e ribelle! Mi sembrava di vederti bambina allegra, vivace, determinata mentre ti sciogli le trecce e liberi i capelli.
    Adesso vorrei vedere nel mio piatto una fetta della tua treccia, slurp!
    E' assolutamente divina, la divorerei.
    Sto cercando sul vocabolario il significato di caldo: qui piove e fa freddo, il caldo è un'utopia! 🙂
    Un bacione grande grande

  19. Leave a Reply

    Elisabetta
    30 aprile 2013

    è strepitosa questa treccia,Damiana!!!la tua tribu',l'avra' spettinata alla grande,nel proprio pancino…ahahah complimenti di cuore,ciaciona bella mia!!qua fa gia'cavr …e la voglia di stare al pc,comincia a scarseggiare pure a me..bacioni e buon 1° maggio!!!nu vasill :-*

  20. Leave a Reply

    Mariabianca
    30 aprile 2013

    Non solo sei bravissima a cucinare ma sei anche tanto,tanto divertente e simpatica.
    Buon primo maggio a te.

  21. Leave a Reply

    Aria
    30 aprile 2013

    se c'è una spettinata sono io…quindi questa treccia la devo provare…mi verrà molto più spettinata, però ti ringrazio per le tue parole…mi rendono davvero felice!

  22. Leave a Reply

    Valentina
    30 aprile 2013

    Ciao Dami bella 🙂 Ma quanto sei brava?! Questa treccia è stupenda… chissà che morbidezza e che bontà! Bravissima come sempre, complimenti 🙂 Mi sei mancata tanto a Roma, spero di abbracciarti un giorno… ci tengo davvero tanto 🙂 Un bacione! :**

  23. Leave a Reply

    Rossella
    30 aprile 2013

    Una meraviglia ! e che lavoro, che complessità ! Il risultato finale è straordinario ! Queste sono le trecce giuste ! bravissima ! ciao e un abbraccione !

  24. Leave a Reply

    Cinzia Ceccolin
    30 aprile 2013

    Una treccia deliziosa Damiana!!! Io invece da piccola avevo i capelli corti e li avrei tanto voluto lunghi, ma mia madre me li tagliava sempre e io li avrei tanto voluti lunghi… Mai fatto le trecce per mancanza di materia prima insomma.. ma ora ho i capelli abbastanza lunghi e guai a chi me li tocca :-)!! Proverò la tua ricetta perchè a guardarla dice mordimi 🙂 un abbraccio forte e buona festa domani carissima

  25. Leave a Reply

    terry giannotta
    30 aprile 2013

    Anche io le odiavo a morte le trecce sulla testa. Questa invece mi piacerebbe averne un pezzetto qui adesso 😉 bravissima!

  26. Leave a Reply

    Federica
    30 aprile 2013

    Quanto le "invidiavo" da piccola le trecce alla mia compagna di scuola. Ma i miei capelli non ne hanno mai voluto sapere di lunghe chiome da acconciare ora così ora cosà! Fini fini mi si indebolivano subito appena si allungavano un po' più del dovuto. E le uniche trecce sono state un quelle del costume di carnevale! Adesso però mai e poi mai rinuncerei ai mie capelli ultra corti. E di trecce sicuramente preferirei questa: bella, soffice e profumata. E' anche l'ora della merenda :D! Un bacione bella bionda, buona serata

  27. Leave a Reply

    veronica
    30 aprile 2013

    noi che qui abbiamo il sole ce lo invidiano tutti ihihihiihihh
    io tra lavoro che in pizzeria non ho più riposo contenitori per il cambio dei panni non so dove mettere le mani ma la treccia russa mamma mia mi fa impazzire non so quante varianti faccio e non mi stanco mai 🙂 un bacione

  28. Leave a Reply

    CuorediSedano
    30 aprile 2013

    Ottima messa in piega!
    Non c'era da dubitare, cara Damiana, sei sempre così garbata! Elegantissima e raffinata, nonchè ottima.
    Un abbraccio e una buona giornata!

  29. Leave a Reply

    Fr@
    30 aprile 2013

    Caspita che treccia!
    Mi ha fatto venir voglia di provarla, anche se non mi sembra per me facilissima. La copio.

    • Leave a Reply

      Lynn
      22 ottobre 2016

      My Galaxy Nexus LTE has been protected by Venzior’s silicone case for almost a month and half the time i have been forced to take out the case to appreciate the slimness of this phone. I have been looking for a case that would not add too much bulk to my phone but at the same time something that would protect against incidental drops and i think this case may do the job. It is very slim

  30. Leave a Reply

    Simo
    30 aprile 2013

    cara la mia biondona, questa treccia è una favola, sai?!

  31. Leave a Reply

    Luca Monica
    30 aprile 2013

    P.S.
    Caldo!!??? Da noi piove piove e ancora piove e al mattino fa freddo…..uff

  32. Leave a Reply

    Claudia
    30 aprile 2013

    Ho postato un commento ed è sparito.. grrrrrrrr.. vabbè.. dicevo che le trecce le ho portate solo quando ballavo salsa.. ed andavo a lezione… Da piccola avevo i capelli corti.. ma quelle volte che li ho portati lunghi li levago a coda di cavallo! Ottime le trecce golose.. smack

  33. Leave a Reply

    Luca Monica
    30 aprile 2013

    Ho potuto farmi crescere i capelli solo dal momento in cui sapevo gestirli da sola….non ho mai fatto le due treccine ma mi piaceva un sacco la treccia unica e me la facevo fare spesso….
    Sai che il tuo è un vero e proprio colpo basso…io non dovrei nemmeno annusarlo il dolce per quanto ormai sono lievitata….ma quando mi si presentano cotante meraviglie come si fa….. Dami è favolosa e il passo passo mi ha finalmente svelato il trucco!!!! Grazie mille!!!

    Un abbraccione
    monica

  34. Leave a Reply

    Inés De Suárez
    30 aprile 2013

    Che bella! E soprattutto buona! C'è stato un periodo che la preparavo sempre e la cuocevo nello stampo a ciambella. Mi sa che la devo rispolverare, è troppo buona!

  35. Leave a Reply

    Roberta
    30 aprile 2013

    spettacolare!!!! è da tanto che ce l'ho in programma anch'io..ma non l'ho ancora fatta!!! 😛
    ciaooooo

  36. Leave a Reply

    Roberta
    30 aprile 2013

    Bella, bionda, dolce e ribelle, fin da piccola! 🙂
    Che spettacolo che sei Damiana!!
    Immagino come ti facevano arrabbiare le tue trecce disciplinate!
    Questa invece sembra averti dato grandi gioie…..e te credo, guarda che spettacolo!
    Un abbraccio!!

  37. Leave a Reply

    Ricercadiricette.it
    30 aprile 2013

    Ciao Damiana,

    Abbiamo visto che hai tantissime deliziose ricette nel blog! Vogliamo presentarti il sito http://www.ricercadiricette.it, dove gli utenti possono cercare tra oltre 140000 ricette che appartengono a siti web e blog in italiano. Abbiamo anche creato il Top blogs di ricette, dove puoi trovare tutti i blog che ci sono già aggiunti. Puoi anche aggiungere il tuo blog all’elenco! Noi indicizziamo le tue ricette e gli utenti le potranno trovare usando il nostro motore di ricerca. E non devi preoccuparti, tutto in Ricercadiricette.it è gratuito!

    Ricercadiricette.it ha diversi siti fratelli in Svezia, Spagna, Francia, Stati Uniti e in tanti altri paesi. Vuoi diventare un membro di questa grande famiglia?

    Restiamo a tua disposizione!

    Ricercadiricette.it

  38. Leave a Reply

    raffy
    30 aprile 2013

    woooooooow!! è una vera bellezza, fantastica, golosaaaaaaaa!!

  39. Leave a Reply

    Simona Mastantuono
    30 aprile 2013

    Cara Dami ti ho tra i miei preferiti.. e mi stava sfuggendo una prelibatezza del genere..oggi sono fuori come i terrazzi come si dice dalle mie parti ua abbraccio simmy

  40. Leave a Reply

    Paola
    30 aprile 2013

    I tuoi lievitati hanno sempre un effetto ipnotico su di me. Ne fai di buonissimi e di bellissimi 😀

  41. Leave a Reply

    Lory B.
    30 aprile 2013

    Scusa… cos'hai scritto??? Con questo caldo?? Qui piove da sabato per uscire servono le galosce ^_^ beata teeee!!!!
    La tua treccia è meravigliosa, morbida morbida con quella crosticina… che bontà!!!! Anche la mia mamma mi faceva le treccine, ma avendo i capelli finissimi e liscissimi, fuoriuscivano tutte le ciocchette, mai piaciute e soprattutto, mai rifatte a mia figlia!!!!!
    Tesoro, un abbraccio strettissimo e un bacione gigante!!!!

  1. Treccia di brioche con pere caramellate | Dolci Delizie di Casa - […] il loro liquido di cottura,servirà poi per spennellare la briocheProcedere ora come per Treccia russa dandole però la forma a ciambella.Disporre…

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

CONSIGLIA Fusilli con tonno e asparagi