Trancetti con gelatina ai frutti di bosco

BISCOTTI | 6 dicembre 2012 | By

Scovando,scovando è saltato fuori un numero di “Più dolci”,che alloggiava stanco e ormai annoiato in una  fila lunghissima,accantonata dietro ad una finestra.Un pò a malavoglia,lo sfogliavo meccanicamente,quando è sbucato fuori un tronchetto natalizio meraviglioso,accompagnato da questi”binari”,colorati del rosso dei frutti di bosco.Ecco che mi son risvegliata dal mio torpore e in preda all’istinto e alla magia delle lucine dell’albero e del presepe(Monicù,ti vedo e non scuotere la testa),mi sono accomodata in cucina e una volta accertatami,che c’erano tutti gli ingredienti,mi son messa all’opera,tra un’occhiata al sole che scaldava la finestra e al gatto che faceva le fusa.
E persa nei miei pensieri,mi son ritrovata con una scatola di latta tra le mani,colma di tanti trancetti profumati,friabili,colorati che al primo morso,mi hanno riportato alla realtà,ricordandomi che era l’una passata e per pranzo nulla era pronto.
Difficile spiegare,che nel mio angolino preferito,il tempo scorre,scandendo le mie mille riflessioni…….
Credo che la mente di una donna non si arresti e riposi un solo istante.E’ capace di elaborare mille pensieri in pochi secondi, metterli in fila,aggrovigliarli di nuovo,per poi risistemarli e incasellarli nel modo che più gli conviene.Così  sembriamo delle aliene agli occhi degli ometti,ignari spettatori dell’avvicendarsi di mille umori.Saranno gli ormoni?Mhàààà,non saprei,ma una cosa è certa,in certi giorni son capace di far scoppiare un’emicrania anche allo gnomo del vicino!
Ma come gli sarà venuto in mente di piazzare quell’affare all’entrata?Mi da ai nervi il solo vederlo…..quasi quasi lo metto sotto con la macchina o mi limto a torcergli quel naso a “pummarola”che si ritrova!
  
Ingredienti:
225 g. di fecola
230 g. di farina
100 g. di zucchero al velo
200 g. di burro morbido
2 cucchiai di maraschino
buccia grattugiata di un limone
un cucchiaio di panna liquida
un pizzico di sale
Per la gelatina:
150 g. di frutti di bosco (io surgelati)
4 g. di colla di pesce
140 g. di acqua
100 g. di zucchero
***********
Iniziare dalla gelatina,per fare in modo che raffreddi e raggiunga la giusta consistenza.Frullare la frutta con l’acqua e lo zucchero.Filtrare attraverso un colino  e cuocere per cinque minuti dal bollore.Fuori dal fuoco,aggiungere la colla di pesce,già ammorbidita in acqua fredda e ben strizzata.Lasciare raffreddare senza fare indurire.Per la frolla,montare il burro con lo zucchero al velo,aromatizzare con il limone.Aggiungere il sale ,le farine setacciate,il liquore e la panna.Versare tutto sulla spianatoia e impastare velocemente,fino ad ottenere un panetto.Con una parte dell’impasto formare dei rotolini di circa 2 cm di diametro e lunghi 20-25 cm.Appiatiteli leggermente col matterello e spennellate con un pò d’albume.Dal rimanente impasto ricavate altri rotolini del diametro di circa mezzo cm e lunghi quanto i primi.Adagiateli sulla parte esterna dei rettangoli e rifilate le estremità.Poi modellare dei piccoli filoncini che saranno la chiusura del lati corti dei rettangoli.Trasferite le preparazioni sulla placca del forno e infornare a 180° per 15 minuti.Sfornare e lasciare raffreddare.Versare la gelatina nei”binari” e lasciare rassodare in frigo almeno un’ora.Tagliare a trancetti e conservare nella scatola di latta.Volendo si possono decorare con ghiaccia reale  o una spolverata di zucchero al velo.

Son qui che vaneggio,ma vi auguro una buon giovedì e soprattutto un bellissimo fine settimana!

Comments

  1. Leave a Reply

    Ritroviamoci in Cucina
    13 dicembre 2012

    Tutta la mia più sincera ammirazione per questi trancetti *_* sono geniali!
    Un bacione grande e complimenti per il contest di Simo.
    Un bacione.

  2. Leave a Reply

    Elisabetta
    10 dicembre 2012

    ma quanto sono graziosi,questi trancetti,Damia'!!mi piace molto il metodo che hai usato,per sagomare la frolla!!e poi,vogliamo parlare della gelatina??chissa' che goduria..vabbe'..è meglio che non ci pensi…complimenti e bacioni,piccre'!nu vasill cavr cavr;0))

  3. Leave a Reply

    Rossella
    10 dicembre 2012

    ciao Damiana ! sono tornata (finalmente) ed è un piacere riessere qui con te ! Questi raffinati dolcetti mi sembra una bella creatura (ops volevo dire creazione), e che dire del timballo più sotto, veramente straordinario ! Ho copiato la ricetta dei dolcetti alle nocciole … troppo buoni ! ma com'è che ti trovo in carenza di panna ? un abbraccione !!!!!

  4. Leave a Reply

    Lory B.
    10 dicembre 2012

    …per un'amica questo e altro!!! Dimmi dove, come e quando e ti invio Jack ;-P
    Bacioni tesorina mia!!!!!!

  5. Leave a Reply

    Artù
    10 dicembre 2012

    Che piacere ricevere visite da nuovi lettori, sono corsa subito da te per vedere il tuo spazio, e non ho perso tempo, mi sono segnata tra i tuoi lettori, ho sbirciato delle belle ricette e mi prendo un trancetto perchè sono a dir poco stupendi!!!!

    a presto

  6. Leave a Reply

    Babe - La Cucina di Babe
    10 dicembre 2012

    Vero. La mente di una donna non si ferma mai.
    L'omone dice che il mio cricetino pedala pure di notte! 🙂
    Questi dolcetti ispirano tantissimo sai?
    Ne mangerei volentieri uno, due ma anche tre.
    Un bacino

  7. Leave a Reply

    Le Ricette di Tina
    9 dicembre 2012

    Ciaoo ingaggia qualche bimbo dispettoso e fallo fuori al più presto :D..anche io compro spesso quella rivista ci son tante belle idee mi piace!Non ho questo numero però copierò da te visto che mi piacciono tanto hihihi..ciaoo non farti il sangue amaro con lo gnomo e buona settimana

  8. Leave a Reply

    eli
    9 dicembre 2012

    Ahahahahah, mi hai fatto morire con lo gnomo!
    Sai che in Francia esiste il Fronte per la liberazione degli gnomi da giardino?
    La loro filosofia è che i nani da giardino sono spiriti liberi che dei malvagi hanno intrappolato costringendoli a sorridere in un corpo di gesso dentro un giardino. Quindi occorre portarli via per liberarli!

    Potresti sempre chiamarli e far liberare il nano del tuo vicino ihihihihihihi!

    Io intanto ti rubo un dolcetto!

  9. Leave a Reply

    Ale
    9 dicembre 2012

    proprio: dolci delizie di casa ! che meraviglia… Un abbraccio pre-Natalizio

  10. Leave a Reply

    Elisa
    9 dicembre 2012

    Grazie per il commento, perdere le persone care è sempre brutto…bisogna farsi coraggio!
    Grazie Damiana

  11. Leave a Reply

    Paola Bertolli
    7 dicembre 2012

    che bei binari rosso natale.. me li vedo sotto all'albero su cui corre un bel trenino carico di tanti doni..
    😉
    devono essere buonissimi con quella gelatina di frutti di bosco!! jummy!!

  12. Leave a Reply

    Simo
    7 dicembre 2012

    tesò ma che meraviglia!
    Sai che il tuo post mi ha fatto riflettere? io compro, compro giornali a volte quasi per impulso, e poi….giacciono lì…soli soletti…
    Dovrei smettere di farlo e riprenderli in mano ogni tanto per scovare ricettine deliziose e favolose come questa tua!
    Complimenti anche per le bellissime foto, mi ci tufferei dentro, lo sai?!
    bacione amica mia!

  13. Leave a Reply

    Zonzo Lando
    7 dicembre 2012

    Cara Damiana, grazie per aver proposto questa ricetta. Di sicuro la fonte è già di partenza buona ma tu l'hai presentata così bene che verrebbe voglia di prenderne un pezzetto dallo schermo. Bravissima!! Un bacione cara, ti auguro uno strepitoso we!

  14. Leave a Reply

    Anonimo
    7 dicembre 2012

    Mia cara,come si fa a far capire agli ometti quanti pensieri e riflesioni ci frullano per la testa,per loro siamo semplicemente troppo complicate….comunque questi trancetti fanno venir voglia di addentare lo schermo!!!!!! Bravissima come sempre kiss Terry.P.S Se la memoria non mi inganna oggi il tuo primo gioellino compie gli anni gli fai tanti tantissimi auguri di vero cuore:)

  15. Leave a Reply

    Ely Valsecchi
    7 dicembre 2012

    Lascialo perdere lo gnomo che se arriva un po di neve non lo vedi più 🙂 Ma li la neve arriva????
    Prendiamo queste dolcezze che mi sembrano favolose e magari fagliele vedere dalla finestra e poi gli dici che non gliele dai :-)))))
    Un bacione mia cara bionda!!!!

  16. Leave a Reply

    paneamoreceliachia
    6 dicembre 2012

    o la soluzione per te, se vuoi posso mandarti la bnda dei liberatori di gnomi. Gente professionista eh, mica ragazzacci. Tu dammi le coordinate dello gnomo da liberare ed al resto pensano loro.
    Per ricompensa magari allungagli due dolcetti (due anche per me, come tangente per il contatto!).

    Invece mi ero persa lo scorso post, una delizia faraonica, ora vado a leggere bene la ricetta.
    Un bacione
    alice

  17. Leave a Reply

    Piovonopolpette
    6 dicembre 2012

    Io certe volte mi do fastidio da sola per quante cose riesco a pensare al minuto! Non ce la faccio da sola 😀 Questi trancetti mi hanno fatto gola dall'anteprima, mi fa paura la gelatina, ma voglio provarci! Buona serata!

  18. Leave a Reply

    Giovanna
    6 dicembre 2012

    No, il nano no! E se per questo neanche i babbo natale che sembra stiano per entrare in casa a "prendere" più che a portare i regali.
    Si, si, si invece ai tuoi trancetti. Una delizia! 🙂 Mi hai fatto venire l'acquolina. E mi hai fatto vedere me attraverso te. Anch'io a volte sto in cucina a preparare muffin, dolci, pane per poi rendermi conto che è già ora di pranzo e non ho preparato nulla da mangiare come primo. A volte risolvo con riso in bianco e la cucina nel caos.
    Che vitaccia! :-)))
    Un bacione grande grande grande

  19. Leave a Reply

    Dani
    6 dicembre 2012

    Nooooooooooo ti prego risparmia il povero gnomo!!! Io li adoro gli gnometti (al massimo rapiscilo e mandalo a me :D).
    Per fortuna che hai riesumato quel "Più dolci" così hai sperimentato questa ricetta che forse è alla mia portata quindi provo a farla (se non mi viene bene la regalo ai miei gnomi che vivono sul terrazzo).
    Baci

  20. Leave a Reply

    Maria Luisa ♥
    6 dicembre 2012

    Mi fai sempre sorridere quando ti leggo, sei fantastica sempre, ho letto anche il post sotto dei timballi, mia cara birichina!! E questi trancetti sono un'ottima idea, quella gelatina ai frutti di bosco è invitantissima…buona giornata cara Damiana!!

  21. Leave a Reply

    ❀✿ Rossella❀✿
    6 dicembre 2012

    Hai ragione odio gli gnomi messi in giardino quanto sono brutti ahah!!!Invece questi trancetti li mangerei volentierissimo adesso con un bel caffe', mentre ho la testa persa in mille pensieri !!!E' proprio vero abbiamo una marcia in piu' ahah!!Un bacione grande!!!

  22. Leave a Reply

    Lory B.
    6 dicembre 2012

    Noooooooooooooooooo, il nano non si può vedere!!!!!!!!!!! 🙂
    Tesoro caro, 10000 pensieri di giorno e di notte, li moltiplichiamo per due!! Sarà solo un mio problema?? Dormo sempre meno e penso sempre di più!!!!! Mah!!! Per adesso meglio pensare ai tuoi trancetti dal colore incantevole!!! Buonissimi Dami, potessi allungare la mano…
    Tesoro caro, ti mando una montagna di baci!!!!!!!!!

  23. Leave a Reply

    francy
    6 dicembre 2012

    che meraviglia!ma che voglia di addentarne un pezzettino!!!ONE!!

  24. Leave a Reply

    Ely Mazzini
    6 dicembre 2012

    Ciao Damiana, golosissimi questi trancetti, con quella gelatina mi hai fatto venire l'acquolina!!!!!
    Buona giornata :))

  25. Leave a Reply

    Roberta Morasco
    6 dicembre 2012

    ah!ah!ah! Cara Damiana,sono meavigliosi questi trancetti!!!!..comunque condivido perfettamente il tuo dio per i nanetti….ed acnhe un po' per Biancaneve…ah!ah!ah!..
    Un bacio! Roby

  26. Leave a Reply

    Dolci a gogo
    6 dicembre 2012

    Un bel risveglio dal torpore questi tesoro mamma mia adesso chi me li toglie dalla testa????Sono una vera goduriiiiiiaaaa!!!Bacioni grandi,Imma

  27. Leave a Reply

    Ely
    6 dicembre 2012

    Angelo vero.. quella lucidità della gelatina è irresistibile! Intensa, accattivante, ci credo che non hai potuto fare a meno di preparare questi bellissimi binari! Su questi viaggerei a meraviglia.. li trovo deliziosi! 😀 Ti capisco.. certe cose sono orrende, e la cosa che più ti fa impazzire è che non è possibile cambiare i connotati nè al vicino, nè alle sue decorazioni. Alcune cose sono proprio incredibili ahah! Sei fortissima.. e che dire dei pensieri delle donne? Io sono convinta che siamo capaci davvero di tenere nella stessa testolina milioni di idee tutte insieme: ad un essere umano maschile la cosa risulta inaccessibile, almeno.. io sono di questo parere!! Ti voglio bene, amica mia. Tanto tanto. Un abbraccio…!

  28. Leave a Reply

    Paola
    6 dicembre 2012

    Che sollievo a scoprire che non sono l'unica donna che pensa contemporaneamente 120 cose e ne vuole fare il doppio, con l'odio per gli gnomi della porta accanto e del giardino (che poi che sfizio c'è a mettere quei cosetti per terra non lo so) e mille sbalzi d'umore. Certo che un morso su sta squisitezza mi rimetterebbe in pace col mondo… e con gli gnomi della porta accanto 😀
    Bacioni, bella

  29. Leave a Reply

    giovanna
    6 dicembre 2012

    Condivido con te l'idea e l'antipatia per gli gnomi. Per i tuoi trancetti son rimasta estasiata. Fanno un'ottima figura e saranno veramente buoni. Complimenti.

  30. Leave a Reply

    piccoLINA
    6 dicembre 2012

    ahahha… io ho un nanetto sul balcone che mi regalo' un natale di tantissimi anni fa la mia amica, dato che casa mia e' talmente piccina che l'abbiamo sempre chiamata "la casa dei nani"!!! Ora e' tutto scolorito poverino!

    Invece questi trancetti hanno un colorino favoloso! E chissa' che buoooooni!
    Un abbraccio Damiana bella!

  31. Leave a Reply

    Claudia
    6 dicembre 2012

    Mi sembri il mio fidanzato con l'odio dei nani.. non puoi capire che cosa ho dovuto fare per convincerlo a farmene mettere almeno 1 in giardino! ahaahah.. Per il resto.. ti capisco.. son gli ormoni grrrrrrr…. Ottimi invece i tuoi trancetti.. quella gelatina fa gola… baci e buona giornata 🙂

  32. Leave a Reply

    Roberta
    6 dicembre 2012

    Cara Damiana, sapessi quanto mi ritrovo in quelli che tu chiami "vaneggiamenti"….e pure nell'odio per i nani!! 🙂
    Splendidi trancetti, un bacio :*

  33. Leave a Reply

    Ilenia - senticheprofumino
    6 dicembre 2012

    Che belli Damiana sono perfetti!!!! I tuoi dolci hanno sempre un che….di elegante!!!
    Anche io non amo gli gnomi da giardino….mi viene sempre in mente la pubblicità di quel prodotto per le fosse biologiche con lo gnomo che si tappa il naso per il puzzo…ihi hih!!!! Cmq è troppo vero…la nostra mente non si ferma mai…elaboriamo elaboriamo elaboriamo…così tanto che effettivamente a volte se problemi non ce ne sono il tanto divagare della nostra mente (almeno della mia) qualcuno te lo fa creare!!! Ma alla fine credo sia la nostra salvezza….abbiamo sempre così tanti impegni!!! Io ad esempio quando devo addormentare i piccolini …ed a volte è dura e lunga….mi metto lì ed inizio a pensare a qualche ricetta da fare, a qualche blog che non sono riuscita a visitare, a qualche contest a cui vorrei partecipare…insomma mi riprogrammo gli impegni in modo da non dover perdere temppo dopo….e così magari riesco a pazientare un po' di più!!! un bacione e buona giornata

  34. Leave a Reply

    sabina
    6 dicembre 2012

    hahaha, anche tu oggi ce l'hai con le decorazioni natalizie dei vicini???
    hai ragione, la mente delle donne non si spegne mai, a volte vorrei avere l'interrutore.
    questi trancetti mettono energia solo con quel color rosso acceso, poi non oso immaginare quanto siano buoni
    un bacione e buona giornata

  35. Leave a Reply

    Any
    6 dicembre 2012

    Sono molto particolari questi dolcetti, poi il colore della gelatina e in tono con le feste! Bellissimi.

  36. Leave a Reply

    francesca
    6 dicembre 2012

    Fantasici questi trancetti ….te li copio e gran solidarieta` per lo gnomo del vicino!
    farncesca

  37. Leave a Reply

    Vale
    6 dicembre 2012

    noo non prenderlo sotto povero gnometto.. 😛 apparte questo la crostata è favolosa!!! con quella gelatina di frutti di bosco dev'essere buonissima! 😀
    bravaa!
    ciaoo a presto 🙂

  38. Leave a Reply

    Federica
    6 dicembre 2012

    Ma lo gnomo del vicino è Brontolo che ti fa infuriare così tanto :)) Dai Cucciolo sarebbe simpatico no ? Oddìo…ora mi ci manda! O torce il naso pure a me! Il mio però non è proprio a “pummarola” ti va bene lo stesso?
    Questi trancetti sono bellissimi, appena li ho visti mi sono saltati alla mente dei biscottini ai fichi che mangiavo da piccina. Quella gelatina lucida li veste davvero a festa. Un bacione bionda e non ti curar dello gnomo 😉

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

CONSIGLIA Ciambelline soffici