Torta ricotta e pere..meravigliosa!

Ho avuto la fortuna di gustarla più di una volta,nella sua casetta d’origine,lì in quel paese meraviglioso che è Minori.Ogni volta che la gusto ne rimango sorpresa, il mio palato non si abitua affatto alla bontà di questo dolce!E’ come osservare il solito panorama e rimanerne ogni volta stupiti,estasiati e pensare di quanto il mondo sia meraviglioso.Meraviglioso è guardare il mare in tutti i suoi umori,un cielo immobile ma trepidante,la natura che subisce le sue stagioni,l’emozione dell’emozionarsi e meraviglioso è assaporare questo dolce,che in una sola briciola racchiude le bellezze della vita.
Ingredienti per un torta di circa 30 cm di diametro:
180 g. di albumi
180 g. di nocciole tostate e tritate
120 g. di zucchero semolato
60 g. di farina di riso
per la farcia
600 g. di ricotta freschissima(la mia era metà di bufala e metà vaccina)
250 ml di panna 
la raschiatura di un baccello di vaniglia
250 g. di zucchero finissimo (se la panna è zuccherata,scendere a 200 g.)
2 fogli di colla di pesce
per le pere caramellate:
3 pere grandi
una noce di burro
4 cucchiai di zucchero
buccia di limone grattugiata
mezzo cucchiaino di amido di mais
un goccino di grappa
********
Montare gli albumi con metà dello zucchero.Quando hanno raggiunto la consistenza di meringa,aggiungere l’altra metà dello zucchero,la granella di nocciole e la farina di riso,precedentemente miscelati insieme.Aggiungere pian piano,mescolando ora con una spatola e con movimento dal basso verso l’alto per non smontare il composto.Versare nella teglia del forno precedentemente foderata di carta forno.Livellare ed infornare a 180° per quindici minuti,lasciando lo sportello un pò socchiuso.Lasciare intiepidire e ritagliare i dischi della grandezza voluta con un anello d’acciaio.Lasciare in forno spento e con sportello aperto fino al momento dell’assemblaggio. Prendere le pere,tagliarle a cubetti avendo cura di irrorarle con poco succo di limone per non farle annerire.Metterle in una padella con un cucchiaino di burro e lo zucchero.Cuocere fino a quando saranno trasparenti ma non disfatte,unire ‘l’amido,far restringere lo sciroppo e sfumare col goccio di grappa.Lasciare raffreddare.In una terrina capiente mescolare con fruste elettriche lo zucchero con la ricotta,montare un pochino aggiungendo anche la vaniglia.Aggiungere la colla di pesce precedentemente ammollata in acqua fredda e poi sciolta in tre cucchiai di panna calda,presi dal totale.Aggiungere con una spatola la panna montata sempre con movimenti delicati ed unirvi le pere.Posizionare il primo disco di biscotto sul fondo dell’anello,coprire con la farcia di ricotta.Sistemare sopra il secondo disco,coprire con pellicola e lasciare in frigo almeno una giornata.Sformare il dolce tirando via delicatamente l’anello e decorare a piacere con fettine di pere caramellate,zucchero al velo o fili di caramello,a seconda dei vostri gusti.

Alcuni suggerimenti:
Ritagliate i dischi con l’anello,quando sono ancora tiepidi,dopo per la loro croccantezza avreste difficoltà a ritagliarli.
Usate una ricotta eccellente,è l’ingrediente principale e ne va della riuscita di questa torta.
I ritagli del biscotto non buttateli serviranno per altre preparazioni o fate come me, che li ho usati per sbriciolarli in grossi pezzi sulla torta stessa,gli ha dato un effetto più carino.
Queste dosi mi son bastate per un anello d’acciaio di circa 30 cm di diametro,mi son regolata in base alla grandezza della mia teglia da forno,in modo che potessi ricavarne almeno due dischi interi.
Anche se la farcia è abbastanza sostenuta,ho preferito aggiungere pochissima colla di pesce.
Non riducete i tocchetti di pera in purea,devono solo diventare trasparenti e mantenere la loro consistenza.

Non temete sono ancora io,non ho ricevuto nessuna botta in testa…..E’ il pensiero del mare,la bontà di questo dolce ad ispirarmi,perdo la testa e parto per la tangenziale.Volete seguirmi o starvene chiuse in casa a ripensare al solito tran tran e i suoi problemi.Unitevi a me e sogniamo!
Un abbraccio grande grande, profumato di ricotta,vaniglia,nocciole e pere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

  1. ciao questa torta devo farla a tutti costi mi puoi dire la dimensione? siamo in 10 golosi, posso fare 1 dose e mezza? grazie per la risposta e complimenti per il tuo blog . mariarosa

  2. ciao grazie per la ricetta.L’ho provata ieri e oggi l’ho servita a tutta la mia famiglia per un’occasione speciale : la farcia è squisita ma non avevo la grappa e ho usato il brandy per le pere, mentre il biscotto mi è venuto morbido, ma era buona anche così.Per farlo venire più croccante devo cuocerlo di più o aggiungere un pò di farina ? Io l’ho tirato fuori dal forno perchè era scuro e avevo paura si bruciasse. Grazie

    • E’ un composto che colora facilmente e subito,prova a coprirlo quando dorato con un foglio di carta stagnola così puoi lasciarla in forno un pò di più!Spero vada meglio :)!Grazie valeria per aver provato,fammi sapere e per qualsiasi dubbio contattami,cercherò di esserti utile!
      p.s il brandy va benissimo!

  3. Da tanto tempo ho una ricetta nel cassetto di questa deliziosa torta. Nella ricetta che ho, i biscotti sono fatti quasi come una frolla. Questa tua mi stuzzica non poco!!!

  4. @ Teresa anch'io adoro questo biscotto..a dirla tutta ho rifatto più volte quella di De Riso,ma è venuta una schifezza(parlo del biscotto).Non ti devi scusare per niente,anzi ti ringrazio della tua visita,son felice quando passi di qua!!Un bacione!

  5. No, damiana, scusami, se mi sono spiegata male. Non intendevo certo dire che dovessi citare qualcuno, onestamente certe puntualizzazioni non mi appassionano, confesso. Ho provato solo piacere nel trovare una che la pensa come me: che il tpt, in questo caso è una cosa splendida. Molti dicono che non è cosi' quella di de riso, ma onestamente io faccio questa. Come base, la trovo irresistibile. Scusami se mi sono spiegata male, a presto.

  6. @ Teresa De Masi: e infatti è per questo che non cito nessun pasticciere,è il frutto soltanto di vari esperimenti che mi hanno portato a questo risultato.Grazie mille comunque per la puntualizzazione,un bacio!

  7. Molto bella, complimenti. Questa pero' – meglio specificarlo per chi non ha avuto la fortuna di mangiarla in loco – la versione di De riso: lui usa due dischi che assomigliano ad una frolla, anche se frolla non sono. Questa, a base di TpT assomiglia piuttosto alla versione di un pasticcere salernitano, che ne fa una versione stupenda e che ci aiuto' anni fa a realizzarla nel forum di gennarino.org
    Io, in verità, preferisco questa: questa specie di meringa alla nocciola è stupenda.
    Bellissima, comunque. Brava.

  8. meravigliosa davvero!!! non soltanto si vede ma si capisce da come ne parle che è "emozionante" mangiarla!

    :*
    roberta

    ps. …ho fatto giusto in tempo a leggere il tuo commento e a inserire la "traduzione" che mi sei sparita… scherzi di blogger! grazie comunque per essere passata… e se arrivi più giù ti faccio da cicerone al Capo ^_^

  9. Ma quanto è buona la torta ricotta e pere! 😀 Qui a Napoli e dintorni è un must e la tua è perfetta, stra-buona e stra-bella! 😀 Complimenti! Prima o poi la farò anche io… sai che non l'ho ancora mai fatta? 😀 Strano ma vero! Devo rimediare altrimenti mi cacciano dalla città ahahahahah! 😉 😀 Damy bella, ti auguro un week end solare e splendente come te! Ti abbraccio forte!

  10. i dolci con la ricotta sono tra i miei preferiti e questa torta è magnifica, se poi mangiata nella costiera amalfitana….. bhè è senza respiro. ti rubo la ricetta e ti auguro un buon week end ciao kiara

  11. ehhhhhhhhhhhhh! sospiro lungo da qui a Minori e da qui a casa tua! Io al sogno mi unisco volentieri ma peccato che resta un sogno. Il monitor non ha lo stesso sapore di quella torta goduriosa…hai volgia a sognare! ehhhhhhhhhh! Un bacione, buon fine settimana

  12. Sai qual'è il problema… trovare la ricotta che tenti perlomeno di assomigliare alla vostra!!! 🙂
    I tuoi dolci sono celestiali, eterei, tolgono il fiato!!!!!
    Quanto sei brava Damianina mia!!!!!!
    Un bacione gigantesco e felicissimo fine settimana!!!

  13. Bè che è bella ricca non ci son dubbi! ne immagino la bontà.. con tutta quella ricotta dentro.. e quelle pere caramellate sorpa.. Che libidine! slurpp Buon w.e. 😉

  14. Ho gia' sentito parlare di questa torta e adesso vedermela qui in tutta la sua bellezza mi manda in estasi…!
    Grande Damiana!
    La terro' presente per qualche occasione!
    Un abbraccio tesoro, buon fine settimana!

  15. Stella.. non fatico a crederci che questo dolce è di una bontà stratosferica! Fa sciogliere solo a guardarlo e deve essere paradisiaco!! Guarda lì, che opera d'arte.. pere e ricotta credo sia qualcosa di impareggiabile, avvolgente, confortante.. ohhh se ne vorrei un po'! Un abbraccio con tutto il cuore, carissima! Passa una giornata bella, bella, bella come questa bontà!!