Torta-crostata di ciliegie

Poca pazienza!Nacqui impaziente,vissi impaziente e morirò impaziente.Questa,la mia riflessione durante lo”snocciolamento”delle ciliegie.Lavoro che cerco di delegare furbamente,ma questa volta,per causa di forza maggiore,mi son dovuta scorciare le maniche e mettermi all’opera.Una,due,tre,quattro e ancora cinque e sei,ma alla decima,ho mollato brutalmente l’ultimo nocciolo e deposto le armi.Quatta quatta e con occhi a a pesce lesso,ho supplicato la figlia,di terminare quel”lavoro sporco”(quasi mi faceva inginocchiare con tanto di gocciolone di sudore penzolante).Le avrò fatto proprio pena e ha deciso di soccorrermi.Avrei finto perfino uno svenimento,ma fortunatamente mi ha risparmiato e così dopo una mezz’oretta ho avuto tra le mani la mia bella ciotola,colma di succose e nerissime ciliegie,perfettamente snocciolate.Erano pronte,ed io con loro.Insieme abbiamo fatto una tortina morbida morbida,così suadente e avvolgente che,persino,la pazienza,mi ha schioccato una pacca sulla spalla!

Print Recipe
Torta-crostata di ciliegie
Friabile base di pasta frolla,farcita da una morbida montata di uova e mandorle e con tante ciliegie
Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 45 minuti
Porzioni
10 persone
Ingredienti
Per la pasta frolla
Per la farcia
Per finire
Tempo di preparazione 30 minuti
Tempo di cottura 45 minuti
Porzioni
10 persone
Ingredienti
Per la pasta frolla
Per la farcia
Per finire
Istruzioni
  1. Per la frolla Impastate tutti gli ingredienti nel mixer.Avvolgete la pasta nella pellicola e lasciate riposare in frigo una mezz'ora.Stendetela ad uno spessore di circa mezzo cm e foderate con essa una tortiera da 24 cm.Bucherellate il fondo coi rebbi di una forchetta e rimettete in frigo
  2. Per la farcia,montate i rossi con metà dello zucchero.Unite le farine setacciate insieme alla buccia del limone grattugiata.In un'altra ciotola montate a neve gli albumi insieme all'altra metà dello zucchero.Unite delicatamente al composto dei rossi.Aggiungete ora anche le ciliegie denocciolate e tagliate a metà.
  3. Riprendete la frolla dal frigo e versatevi il composto.Infornate a 170° per circa 45 minuti.Sfornate la sciate raffreddare e decorate cion zucchero a velo
Recipe Notes

Fate sempre la prova stecchino prima di spegnere.E' una torta che resta un pò umida.Se colora in fretta coprite con stagnola

Per queste dosi ho usato uno stampo da 24 cm,è venuta bella alta

Lasciate raffreddare bene,il gusto ne guadagnerà

Mi raccomando,prima di mettervi al lavoro,snocciolate le ciliegie,richiede sempre un pò di tempo

E’ una torta ricca e profumata,che nel suo guscio aromatizzato alla vaniglia,accoglie una farcia golosa di mandorle e ciliegie.Una fetta chiamerà un’altra,e poi ancora un’altra ,fino a quando non verranno a prendervi con la barella…Sgherzo,che devo fa,cerco di esser seria 🙂

 

Alla prossima girls!;)

Comments

  1. Leave a Reply

    cinzia
    28 giugno 2017

    mamma mia che bontà, bravissima! ho cercato anche la ricetta della crostata pere-fragole , ma non l’ho trovata 🙁 ciao grazie cinzia

  2. Leave a Reply

    Carmen
    16 giugno 2017

    Cara Damiana, mi ha così entusiasmato la tua torta che Domenica al pranzo che ogni tanto facciamo con i miei fratelli e sorelle con relativi figli, quelli restati (altri ormai grandi che hanno preso le loro strade ) che ho voluto farla.
    Devo dire che davvero strepitosa.Buona,buona…la crema con la farina di mandorle e le ciliegie la rende particolarmente gustosa.
    Una curiosità :il tuo cognome è tipico del mio paese ed era anche quello di mia nonna.Da dove sei originaria?

    • Leave a Reply

      Damiana Casillo
      16 giugno 2017

      Dei paesi vesuviani Carmen😊La nonna di dover ‘era?
      PS son felice che la torta ti sia piaciuta

      • Leave a Reply

        Carmela
        16 giugno 2017

        Sono nata a San Giuseppe Ves. no e lì ci sono ancora i miei parenti.
        Casillo e Ambrosio sono cognomi di almeno mezzo paese.
        Mi scuso degli errori, è perchè scrivo sul cellulare .

  3. Leave a Reply

    laura flore
    15 giugno 2017

    Ciao dolcissima Damiana, passare a trovarti é sempre una grande emozione, se poi mi accogli con un dolce cosi peccaminoso hai già conquistato il mio cuore! Adoro i tuoi dolci, sanno di casa, d’affetto e ricordi d’infanzia! Grazie per essere sempre una fantastica amica! Un dolcissimo abbraccio e felice giornata!😘❤

    • Leave a Reply

      Carmen
      18 giugno 2017

      Ecco un’altra paesana.. Enzo Miccio… Molaro…Nino Lettieri….Fabio Fulco ecc..
      Non mi sbagliavo dal cognome… forse è il paese a produrre persone di talento!

  4. Leave a Reply

    Mila
    12 giugno 2017

    Quest’anno ho già più volte provato a comperare le ciliegie per fare qualche dolcetto, ma non riescono ad arrivare a casa…effettivamente le trovo molto più buone dello scorso anno!!!!
    Bellissima la tua ricetta

  5. Leave a Reply

    aria
    11 giugno 2017

    dev’essere una torta deliziosa! sicuramente lòe tue torte sono imbattibili ma quanto all’impazienza….io sono da record!

  6. Leave a Reply

    Carmen
    10 giugno 2017

    Denocciolare le ciliegie è un lavoraccio,però si può usare il denocciolare per le olive.
    Poi ho visto su You tube un filmato che fa vedere come toglierli con uno spiedino e una bottiglietta.
    Se ti dicessi che anche i noccioli delle ciliege possono essere usati cosa ne diresti?
    Però anche li ci vuole pazienza….
    Si lavano e si mettono a bollire per un po finché non si stacca il residuo del frutto
    Li strofini con le mani (devono essere ben puliti ) poi li metti al sole ad asciugare ben bene e una volta secchi, li metti in un un sacchetto di cotone piccolo di cm 25×18 e in inverno puoi usiarlo come borsa per scaldare le mani mettendolo per 2 o3 minuti nel miscoonde.
    In Trentino li vendono già belli e fatti,ma se uno ha pazienza si possono recuperare specialmente se ne sono tanti.

  7. Leave a Reply

    Mariabianca
    10 giugno 2017

    La fatica ha avuto i suoi frutti,una torta morbida e buona.
    Un abbraccio.

  8. Leave a Reply

    ipasticciditerry
    8 giugno 2017

    Vedi che fortunata che sei? Hai pure l’aiutante che ti snocciola le ciliegie. Io invece ho una pazienza infinita … davvero eh, non è una battuta. Forse è la mia dote più grande, un infinita pazienza. Del resto sono anche calma, riflessiva, paziente … però sono anche molto golosa e ultimamente faccio fatica a controllarmi e quindi faccio fatica a mantenere il peso. Mannaggia alla gola! Poi tu mi fai vedere queste meraviglie … ma io devo resistere e non farla. Potrei mangiarmene metà, ancora calda … Tanti baci bella bionda

  9. Leave a Reply

    Mary Vischetti
    8 giugno 2017

    L’impazienza appartiene anche alla mia indole Damiana, nonostante io dia l’impressione di calma… È una calma apparente e sotto le ceneri, cova uno spirito che freme e vorrebbe fare tutto insieme! È valsa la pensa supplicare la tua ragazza perché il profumo di questa torta arriva fin qui! Dev’essere favolosa!
    Un abbraccio,
    Mary

  10. Leave a Reply

    Lilli nel paese delle stoviglie
    8 giugno 2017

    Le amo alla follia ma anche io odio togliere il nocciolo, mi rompo, come pulire i fagiolini, le ciliegie sono il mio frutto preferito….ti ho già detto tutto!

  11. Leave a Reply

    Mile
    8 giugno 2017

    L’allegria che mette il tuo bel viso sorridente la ritrovo sempre qui nel tuo angolino insieme alla dolcezza dei tuoi dolci. Ma quanto è buona questa crostata?!!? :-*

  12. Leave a Reply

    Ketty Valenti
    7 giugno 2017

    Cara Dami come ti dicevo i tuoi dolci sono sempre succulenti, ” reali” e sanno proprio di cose buone, fatte con passione, come sei Tu. Questa crostata ha un interno da svenimento così dolce e ghiotto 😍

  13. Leave a Reply

    Simo
    7 giugno 2017

    amica mia, questo dolce è uno spettacolo, un sogno! Oggi avrei proprio bisogno di una coccola così, (alla faccia della prova costume), insieme ad un tuo abbraccio e tante chiacchiere…le giornate un po’ storte capitano, purtroppo…
    Un bacione grande amica mia e complimenti, sei unica!

    • Leave a Reply

      Damiana Casillo
      9 giugno 2017

      Magari fossero solo giornate,a volte son proprio periodi della vita…Ma noi ci consoliamo micuzz tra un abbraccio e una fetta di torta😘

  14. Leave a Reply

    Andreea
    7 giugno 2017

    Che dire bravissima la mamma, bravissima la figlia e e golosissima la torta crostata, che invoglia molto ad essere addentata !!!

  15. Leave a Reply

    saltandoinpadella
    7 giugno 2017

    Mammina santa, la foto della fetta mi ha steso!!!! Cosa non deve essere questa crostata, sai che adoro le crostate e questa ha un aspetto così suadente e invitante 😉
    Una volta anche io non avevo la minima pazienta, poi sarà stata la vecchiaia, saranno state le vicissitudini della vita, senza accorgermene mi sono ritrovata ad avere una pazienza infinita che stupisce anche me. Delle volte mi stupisco io stessa di quanto riesco a sopportare. Ti assicuro che bisogna essere persone molto pazienti per correre 12 ore di continuo per 100km. E dire che ho sempre reputato la pazienza come una caratteristica dei vecchi 😉 sono proprio invecchiata!!!!

    • Leave a Reply

      Damiana Casillo
      9 giugno 2017

      Pazienza mentale,si in quella son migliorata,per certi lavoretti invece son peggiorata.Sara’la vecchiaia,nel dubbio mangiamo tesoro😘😘

  16. Leave a Reply

    Melania
    7 giugno 2017

    Ma quanto brava sei Dami???? Ti soccorro anch’io in aiuto sei tua figlia si stanca presto eh! .Giusto perché poi ad attendermi c’è una fettona come questa ad attendermi. È sempre bello tornare qui, ci si sente a casa ❤️

  17. Leave a Reply

    Francesca
    7 giugno 2017

    Ho visto la crostata su FB e più veloce della luce sono corsa qui ad ammirarla meglio e mangiarla con gli occhi! Si vede proprio che il “guscio” è morbido e buonissimo, ben contiene il ripieno passionale che ha! Diciamo che aver pazienza a snocciolare in questo caso è servito e offro le mie mani, se poi la ricompensa è questa… 😛

  18. Leave a Reply

    Silvia
    7 giugno 2017

    Sei come me, per certe cose non riesco ad avere pazienza!! Solo che di solito non trovo validi collaboratori pronti ad aiutarmi, arrivano solo quando c’è da assaggiare! 😀 senti, io sto un pochetto alla larga dai dolci, però come me la vorrei mangiare una fetta di questa meraviglia! Ciao Damiana un abbraccio

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

CONSIGLIA Insalata con caprino e noci