Noci al miele…e il suo profumo!

SFIZI | 16 novembre 2012 | By

Come un segugio,ne seguo le tracce,lo annuso fino a rimanere quasi senza fiato,per poi rincorrerlo in ogni dove “lui”ci sia.Lo avverto nell’aria,quando scende la sera,magari mentre stendo il bucato o percorro il viale di casa.Sembra che il cielo,con i suoi colori,le sue foschie,le sue nebbie o la terra coi suoi odori,con la sua rugiada,i suoi tappetti di muschio,lo nascondano in un caldo abbraccio,per lasciarlo poi libero,quando ormai è il suo tempo!
E il suo tempo è ormai alle porte,ecco perchè lo respiro in ogni cosa.Amo il Natale,con i suoi luccichii e i suoi silenzi!Luccichii che abbagliano gli occhi,ma  li riempiono dei buoni e sani sentimenti che rappresenta.Amo addobbare il mio albero,come riporre il bambin Gesù nella sua calda culla…amo il Natale con il suo sacro e profano.
Ingredienti:
100 g. di noci sgusciate(anche pecan)
un cucchiaio di miele
un cucchiaio di olio di semi
un  cucchiaio di acqua
100 g. di zucchero
un cucchiaino di zenzero in polvere
un cucchiaino di sale
************
Infornare le noci per 10 minuti a 160°.Portare ad ebollizione il miele,l’acqua e l’olio,abbassare il fuoco,unire le noci tostate e mescolare per due tre minuti.Passarle ancora calde in un miscuglio di zucchero,zenzero e sale.Fare raffreddare.
Non so se chiamarla ricetta,viene dritta dritta da una rivista di cucina moderna,vecchia di non so quanti anni,ma vi assicuro che sono deliziose,sanno di feste,di risa ,buona compagnia e tante bollicine…
Uno sfizio pericoloso,da non lasciare incustodito e da tenere, rigorosamente lontano dalla portata degli ingordi.Sono una tentazione fortissima,fermarsi sarà difficile,perciò declino ogni responsabilità!

Un bacione e buon fine settimana a tutti,soprattutto a chi in questi giorni ha vissuto i disagi di questo clima spietato,ma non più colpevole dell’incuria dell’uomo e di chi ci governa.

E con questa ricetta sono felice di partecipare al  nuovo contest,tutto natalizio di Imma di Dolci a go go

Frittatine di bucatini,per uno street food tutto napoletano!

ROSTICCERIA | 29 giugno 2012 | By

Lo street food”napoletano”annovera nella sua tradizione moltissime specialità,soprattutto degli sfizi fritti che comprendono: paste cresciute semplici(zeppulelle),crocchette di patate(panzarotti),triangoli di polenta fritti (scagliuòzz),fiorilli  e alghe in pastella (pizzelle i ciurill),la pizza fritta ,le mitiche frittatine di maccheroncini….
La vera regina del cibo da strada è ovviamente la pizza,quella a “libretto”,che per praticità viene chiusa a portafoglio,in modo da potersela gustare magari  passeggiando tra i caratteristici vicoli di Napoli o il suggestivo lungomare.
Napoli vanta sicuramente una tradizione antica del cibo di strada,forse perchè un paese conviviale come questo,è proprio attraverso il buon cibo,che esprime al massimo la sua ospitalità.E’ quel gustarselo in piedi,pubblicamente tra le strade, che unisce le persone,anche se estranee, a condividere i sapori e gli umori tipici  di quella città.Insomma si crea un’atmosfera unica che invoglia alla comunicazione e ti ritrovi a scambiare quattro chiacchiere con il vicino che neanche conosci.
Questa è la vera essenza del cibo di strada ed è per questo che appena ho visto il nuovo contest di Chiara
non ho potuto fare a meno di parteciparvi.Avevo una vasta scelta,ma il mio ultimo assaggio dello street food è stato quello delle frittatine,ed è così che ho voluto ripeterle a casa!
Tra le figure storiche legate al cibo da strada primeggiava “il mangiamaccheroni”che vendeva della semplice pasta bollita con alcuni odori.Queste frittatine,insieme alla frittata di maccheroni hanno ereditato quel retaggio,ma in versione moderna passando attraverso l”arte del riciclo!Insomma non si butta via niente,tantomeno della pasta avanzata!

Ingredienti
Per la besciamella
1 litro di latte intero
100 g. di farina
100 g. di burro
un pizzico di sale
Per la pasta:
500 g. di bucatini
150 g. di piselli
200 g. di prosciutto cotto a cubetti
200 g. di provola,fior di latte o altro formaggio filante
100 g. fra  pecorino e parmigiano grattugiati
pepe q.b
Per la pastella e impanatura:
300 g. di farina 
acqua q.b ad ottenere una pastella fluida e liscia
abbondante pangrattato
 1 lt di olio di arachidi
Innanzitutto far cuocere i bucatini al dente.Nel frattempo si preparerà la besciamella,facendo sciogliere il burro,aggiungendo poi la farina.Cuocere un pochino in modo che dopo non si senta quello sgradevole gusto di farina,aggiungere poi il latte,il sale e mescolare con una frusta fino ad ottenere una besciamella densa.Anche i pisellini vanno ripassati in padella con un pò d’olio evo e di cipollina.Ora che tutti gli ingredienti son pronti,tagliuzzare grossolanamente i bucatini con le forbici,mescolare in una grossa ciotola  con la besciamella,il prosciutto,i formaggi filanti,i formaggi,grattugiati,i piselli e il pepe.Versare in una teglia,compattare bene,coprire con carta forno e aiutarsi con la stessa in modo da livellarla ed ottenere lo spessore di un paio di cm.Riporre in frigo almeno un’oretta.Tagliare a dischetti con il coppapasta o un bicchiere,passarli nella pastella preparata mescolando la farina con l’acqua fino ad ottenere un composto fluido e liscio.Passarli quindi nel pangrattato.Riporre di nuovo in frigo per un’altra mezz’oretta.Dopo friggerne  pochi alla volta in olio bollente e profondo.Scolare su carta assorbente e servire!!
I ritagli verranno di nuovo compattati allo stesso spessore per ottenere delle nuove frittatine
Possono essere preparati anche con un giorno di anticipo e fritti all’ultimo momento
Anche se ci sono diverse varianti altrettanto saporite(con le melanzane,col sugo,con le zucchine),
ho scelto la versione più classica,in fondo lo street food non segue nessuna moda passeggera!

Con questa ricetta partecipo al contest di Chiara del blog Cucinando con mia sorella

E a voi amici miei, bellissimo fine settimana!

CONSIGLIA Ciambella con sorpresa