Biscotti rustici alla marmellata di bergamotto

PicsArt_05-19-07.30.58

Aveva da subito,catturato la mia attenzione.Rigiravo il vasetto tra le mani,come ad assaporarne il gusto e percepirne il profumo,attraverso il vetro che la conteneva.Il suo colore di un giallo tenero e delicato,era quasi trasparente;in controluce intravedevo frammenti di polpa e tocchetti di buccia.Tutto mi attraeva,perfino il suo nome:”marmellata di bergamotto”.L’ho portata a casa come avessi un tesoro,e impaziente l’ho assaggiata.Troppo amara,no,non potevo farne una crostata,ma il suo profumo intenso mi ha fatto immaginare una frolla deliziosa,che sapesse di estate,di luoghi assolati,di brezza di mare…Il suo gusto acre,acerbo al palato,non mi entusiasmava in purezza,ma come ingrediente in un biscotto,mi ha convinta dal primo pensiero ed entusiasmata,poi,al primo morso.

(altro…)

Torta Cookie

PicsArt_02-16-06.15.09

Se si è alla ricerca del dolce veloce,pratico e soprattutto tanto goloso,allora non si può non preparare la Torta Cookie.Giravo in rete e mi sono imbattuta in questa meraviglia,vista e ripromessa,già un bel pò di tempo fa,quando impazzava sul web e ad ogni “clik” ne trovavi una.Poi se si adorano i famosi e classici biscotti cookies,strapieni di gocce di cioccolato,allora è davvero impossibile non replicarla e,vedrete la soddisfazione che saprà regalarvi.Una Torta che rappresenta il famoso proverbio di:poca spesa,tanta resa o forse sarebbe meglio e più appropriato di:poca fatica,tanta resa;poichè basta un mixer o una ciotola,gli ingredienti che quasi sempre sono in dispensa,anche quando piange sconsolata,una teglia e un forno…che avrete o no?O anche quello avete distrutto a furia di infornare?Nzomma fatela e non ve ne pentirete,vi ringrazieranno,figli,marito,zie,nonni,nipoti e perfino il vostro cane o gatto…dai,una briciolina bisogna pur fargliela assaggiare.Se poi riuscite a resistere a quegli occhioni supplichevoli,lucidi e tanto belli,allora avete tutta la mia ammirazione.Io non ci riesco ahimè!

(altro…)

Torta Slava con mele caramellate e confettura d’arance

PicsArt_01-24-05.53.32

Avrei potuto mettere due forchettine.Una per me,una per te.Ma non lo avresti gradito,perchè ogni morso sarebbe stato assaporato a distanza,in due attimi divisi e separati.Non avresti atteso il mio battito di ciglia e cuore,mentre il palato e la lingua si univano compiaciuti.Non avresti atteso che ti porgessi il prossimo boccone,in un sorriso promettente.Non ti saresti avvicinato per prendere la forchettina e prepararmi al prossimo assaggio.Non ci saremmo cibati di sguardi imbroglioni,sorrisi maliziosi,rossori improvvisi e carezze furtive.Non avremmo condiviso un momento tanto bello,quanto quello di giocare come due fanciulli alla prima uscita…Siamo grandi,ci amiamo da una vita,ma io sogno ancora che tu mi prenda tra le braccia e mi baci con stupore.

Son donna,semplicemente donna!

(altro…)

“Sbrisoline”con pesche tabacchiere

Le gote rosee di una pesca.
La pelle vellutata della pesca.
Fiori rosa e profumati di pesco.
La pesca evoca sempre qualcosa di delicato,gentile,profumo inebriante che ti riporta indietro nel tempo,lontano molto lontano,quando una damina seduta sulla dura panchina in ferro battuto,all’ombra di un gazebo,col suo ombrellino di pizzo lasciato cadere mollemente,si faceva vezzeggiare dai doni del suo contadinello…e quella volta erano pesche dolcissime,profumate,piene del nettare più ammaliante…
Riapro gli occhi con un sussulto e mi ritrovo la cognata col cestino di pesche tabacchiere…Apprezzo il tuo gesto,sai che da tempo le desideravo,assecondi spesso i capricci dell’ingorda,manco fossi incinta e tu il padre rimbambito…però il contadinello col gazebo e l’ombrellino mi intrigavano di più!

Sbrisoline con pesche tabacchiere
Ingredienti
Per sei crostatine
200 g. di farina 00
100 g. di farina di riso
120 g. di zucchero a velo
120 g. di burro freddo a tocchetti
2 tuorli
un cucchiaino di lievito per dolci
un pizzico di sale
per la farcia
6 cucchiai rasi di marmellata di arance
3 pesche nettarine
per le pesche caramellate
2 pesche nettarine pulite e affettate
2 cucchiai di zucchero di canna
una noce di burro
per la pasta crumble
100 g. di farina 00
50 g. di farina di riso
80 g. di nocciole tritate
100 g. di zucchero di canna
100 g. di burro
50 g. di cioccolato bianco

Per la base,setacciare le farine col lievito ed il sale.Unire lo zucchero e mescolare.Aggiungere il burro freddo e iniziare la sabbiatura(con dita sfregare il tutto fino ad ottenere come una sabbia),unire i tuorli e velocemente impastare per ottenere una pasta liscia ed avvolgere in pellicola.Far riposare in frigo una mezz’ora.Imburrare le formine per crostatine e stendere la pasta.Ritagliare dei cerchi leggermente più grandi del diametro delle formine ed adagiarli nelle stesse.Punzecchiare un pò il fondo coi rebbi di una forchetta e riporre di nuovo in frigo.Per la pasta crumble,prendere una ciotola capiente,versarvi le farine,lo zucchero e il burro.Lavorare velocemente con le punte delle dita fino ad ottenere un composto sbricioloso,unirvi ora anche le nocciole tritate e il cioccolato sminuzzato.Mettere da parte in frigo.Sbucciare le tre pesche e tagliarle a fettine,riprendere le formine,spalmare sul fondo e lungo i bordi la marmellata di arance e adagiarvi le fettine di pesca.Ricoprire con briciole di crumble e cuocere in forno caldo a 170°per una ventina di minuti.Intanto sbucciare ed affettare le altre due pesche.Far sciogliere la noce di burro in padella e unire lo zucchero,far sciogliere ed unirvi le pesche,Lasciare cuocere appena due minuti,lasciando rivestire le pesche del caramello,mettere da parte.Quando ormai son raffreddate,sformare le sbrisoline e decorare con fettine di pesca caramellate.

Buon fine settimana amiche!A presto…almeno spero!

Rotolo???Macchè, è un”fagotto”!!!

 

Si parte da un’idea,poi inconsapevolmente i gesti e i pensieri ti fanno cambiare strada o addirittura ti fanno tornare indietro!Stavo facendo retromarcia verso il divano,quando l’idea si è fatta largo così tanto che non ho potuto far altro che eseguire i suoi ordini!!L’idea?????UN ROTOLO AL CIOCCOLATO!Ahimè,man mano che procedevo,tutto si trasformava e prendeva una forma diversa..insomma mi son ritrovata si con un rotolo,ma che mi ha dato troppo filo da torcere.Ho avuto la presunzione di farcirlo con  del cioccolato bianco ancora molto fluido,ma si conosce la mia impazienza così alla fine,ci sono riuscita ma son dovuta scendere a patti con l’estetica..eggià più che un rotolo ho ottenuto “un fagottone” che ho ficcato a malo modo nella teglia.
Però il risultato è stato sublime…nel senso che la pasta si scioglieva in bocca e quelle goccioline di cioccolato bianco hanno fatto il resto!Il resto??…….il resto è,che del “fagottone”non è rimasta neanche una briciolina.
Ingredienti per la frolla:
250 g. di farina 00
180 g. di zucchero a velo
150 g. di fecola di patate
50 g. di cacao amaro
2 uova intere
 la buccia e il succo di un’arancia
200 g. di burro
un pizzico di sale
2 cucchiaini di lievito per dolci
per la farcitura
200 g. di cioccolato bianco
una noce di burro
2 cucchiai di latte intero
Nel mixer mettere la farina 00,la fecola di patate,il cacao,lo zucchero,il pizzico di sale,il lievito e la scorza grattuggiata dell’arancia.Azionare qualche secondo giusto il tempo di miscelare le farine.Aggiungere il burro freddo a tocchetti,azionare ancora qualche secondo fino a raggiungere un composto sabbioso.Unire il succo dell’arancia,le uova e miscelare per avere un composto sodo ed elastico!Far riposare in frigo.Sciogliere il cioccolato bianco a bagnomaria insieme al latte e alla noce di burro!!E qui si dovrebbe avere la pazienza di aspettare che si rassodi un pochino per stenderlo sulla sfoglia di frolla(cosa che io non ho fatto).Stendere la frolla al cacao e farcirla col cioccolato bianco.Avvolgere e adagiare in uno stampo da plumcake.Infornare per una mezz’oretta a 170° .
Come già detto ,non ho aspettato che il cioccolato”tirasse”un pò e così mi son ritrovata a raccattare cioccolato da tutte le parti, ma forse è grazie a questo che il rotolo è risultato così morbido e umido,sembrava che al posto del cacao avessi usato cioccolato fondente!!Insomma avrete capito che ho fatto un pastrocchio,ma che ripeterò molto volentieri e questa volta “intenzionalmente” e non per caso!!

Buona settimana a tutti!!Spero che i disagi che tanti di voi stanno provando in questi giorni di freddo e neve,vadano pian piano attenuandosi!!Un bacio caloroso!

Sbriciolata di mandorle,prugne….e la ciotola!

Prugne,mandorle,zucchero di canna,burro,farina e scorzetta di limone si sono mescolati in una vecchia ciotola di ceramica ,unica superstite di un servizio “bbbuono”della mamy!Non avrebbe voluto cedermela,ma i miei begli occhioni 00,non le hanno lasciato altra scelta,me l’ha affidata e mentre con una mano  la porgeva,con l’altra mi implorava di far piano!
Pensa te,ma quando mi dovrai dare quel tuo bel collier,come faremo??Un tira e molla senza fine e poi mi inseguirai per tutto il vicinato???
Scherzo mia regina,so quanto sai essere generosa,ma fattelo dire:”a volte sai essere davvero snervante”!!La tua ciotola è ancora intatta(per ora),ma prova a chiedermi ancora di “lei”,e giuro che lancio pure quella!
Ingredienti:
100 g. di farina 00
100 g. di farina di mandorle
un tuorlo
una bella manciata di mandorle a scaglie
120 g. di burro freddo
120 g. di zucchero di canna
scorzetta di limone grattugiata
pizzico di sale 
Ora veniamo a noi belle fanciulle!Vi va di assaggiare una fettina di questo dolcino per iniziare bene la giornata?Allora prendete una bella ciotola antica,magari della vostra mamy.Versatevi la farina ,la farina di mandorle,il tuorlo,il burro freddo,lo zucchero di canna,la scorzetta di limone grattugiata,un pizzichino di sale e iniziate a sfregare.Dovrete ottenere delle belle briciole,che verserete in una tortiera foderata di carta forno.Adagiatevi i pezzetti di prugna e la mandorle a scaglie.Infornate a 180° per una ventina di minuti.Lasciate raffreddare e accomodatevi all’assaggio,magari gustando un bel tea insieme alla mamy…..cercando però,di non litigare!

Con questa ricetta partecipo al contest di Federica,”L’ora del tea
A presto…..ultimamente sono un pò assente,ma ahimè sono caduta nel vortice delle vertigini.
Verdetto del dottore?
La-bi-rin-ti-te!!!!
CONSIGLIA Ciambella con sorpresa