Rustico dolce napoletano

PicsArt_04-04-07.47.47

Oggi,una preparazione che fa parte della tradizione partenopea:il rustico dolce napoletano.E’ sia dolce che salato,perchè il guscio che accoglie il ripieno,è una classica frolla,quindi dolce.Un piacevole contrasto che fa di questo classico,una bontà unica,che saprà sorprendere anche i palati più diffidenti.Di solito viene preparato in tante monoporzioni,negli appositi stampini ovali e trova posto sia in pasticceria che in rosticceria;infatti a qualcuno piace farci colazione,magari sorseggiando poi, anche “nà tazzulell e cafè”.A me sinceramente piace accompagnarlo ad un vinello bianco,ghiacciato e gentile.Insomma è il suo connubio di sapori così contrastanti,a renderlo adatto a qualsiasi circostanza e gusto.Troppo semplice da preparare in casa,regalerà infinita soddisfazione,ve lo garantisco.

Rustico dolce napoletano

PicsArt_04-04-07.49.48

Rustico dolce napoletano
un rustico dal guscio dolce e dall'interno salato,un contrasto che sorprenderà il palato
Write a review
Print
Ingredients
  1. 400 g. di farina 00
  2. 120 g. di zucchero semolato
  3. 200 g. di burro (o sugna)
  4. 2 uova intere
  5. un pizzico di sale
  6. un cucchiaino di lievito per dolci
  7. scorza di mezzo limone grattugiata
  8. per la farcitura
  9. 500 g. di ricotta vaccina o di pecora
  10. 2 uova intere
  11. 150 g. di salame napoletano a cubetti
  12. 150 g. di provola a cubetti
  13. 50 g. di parmigiano
  14. 50 g. di pecorino
  15. sale e pepe q.b
Instructions
  1. cominciare dalla pasta frolla,impastando la farina setacciata con il lievito,insieme al burro.Unire le uova,lo zucchero,il pizzico di sale ed il limone.Mescolare velocemente,formare un panetto e porre in frigo
  2. per il ripieno,unire la ricotta con le uova,i formaggi,la provola a cubetti,il salame,sale e pepe
  3. Imburrare lo stampo e rivestirlo con circa i 3/4 della pasta frolla,precedentemente stesa
  4. Farcire col ripieno di ricotta
  5. Coprire con la restante pasta frolla e richiudere bene.Bucherellare con la forchetta e cuocere in forno preriscaldato per circa trenta minuti a 170°
  6. Sfornare e sformare,gustare sia tiepida che fredda
Notes
  1. Ho usato uno stampo da 26 cm e siccome era avanzata della pasta frolla,mi sono divertita a decorarlo un pò
  2. Nella versione tradizionale è previsto,l'uso della sugna.Va bene sia questa che il burro,per mia esigenza ho usato quest'ultimo
  3. Di solito viene preparato in monoporzioni,nei classici stampini ovali
  4. Ho usato provola,ma va benissimo anche fiordilatte o provolone
Dolci Delizie di Casa http://www.dolcideliziedicasa.ifood.it/
PicsArt_03-25-02.57.28PicsArt_03-25-02.49.50

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

I contrasti…Vivo e respiro in essi.Sono parte di me,ma gli anni ne hanno smussato gli angoli.Non sono chiusa nè in un cerchio,nè in un quadrato,sono in una dimensione ovale,dove tutto è diventato possibile e meno categorico.Ovale come le monoporzioni di questo rustico,dove dolce e salato si incontrano senza pregiudizi e in tutta libertà…

PicsArt_04-04-07.44.45

Buona settimana,in fondo anche se martedì,la settimana inizia oggi…Alla prossima delizia amici!

PicsArt_04-04-07.41.05

 

Comments

  1. Leave a Reply

    Monica
    5 maggio 2016

    Che bellezza, quel sapore di casa, quelle delizie genuine e poi l’abbinamento tra dolce e salato…mi intriga, mi piace e vorrei davvero provarlo…ah se solo ne avessi il tempo! Intanto me lo guardo qui e lo mangio con gli occhi!!!

  2. Leave a Reply

    Mile
    3 maggio 2016

    Adoro I contrasti di sapore e mi piace tantissimo conoscere le tipicità culinarie regionali. Prima di tutto però mi piace scoprire pian pianino le persone 😉 Grazie

  3. Leave a Reply

    silvia
    2 maggio 2016

    E quindi è una frolla dolce che racchiude un sapore salato, con ricotta, provola, parmigiano e salame…particolarissimo!! in pratica è ottimo per il brunch…a metà tra colaizone e pranzo!! 🙂 buon inizio di settimana cara!

  4. Leave a Reply

    Alice
    2 maggio 2016

    Deve essere di una goduria pazzesca!
    Baci e buona settimana
    Alice

    PS non so per quale motivo ma il tuo commento sul mio blog non risultava linkato, o meglio rimandava a google + dove però non è linkato il tuo blog. Per me non è un problema so chi sei e qual è il tuo blog ma se lasci commenti a chi non ti conosce puotrebbe avere difficoltà a trovarti ( è la prima volta che succede) Spero di essermi spiegata

    • Leave a Reply

      Damiana Casillo
      2 maggio 2016

      E non è neanche il google più esatto.Ma avevo voglia di lasciarti un commento e sapevo che mi avresti riconosciuta…ahimè ho smarrito la password di blogger,la recupero appena riesco.Ero iooooooo,pazienza tesoro

  5. Leave a Reply

    Angela
    29 aprile 2016

    Oddio solo a guardarlo mi viene voglia! Io lo adoro letteralmente, quando ancora vivevo a Napoli era la cosa che mi piaceva di più prendere al bar ,poi mi sono trasferita tra le nebbie padane e allora ho imparato a farlo da me, perchè non potevo resistere senza. E’ meraviglio tutto così decorato, cara. Un bacione e buon week end!

  6. Leave a Reply

    Mila
    29 aprile 2016

    Non conoscevo questo piatto, ma sai che non riesco a capire il gusto??? Lo zuchero col salame??? Però mi incuriosisce

    • Leave a Reply

      Damiana Casillo
      2 maggio 2016

      Zucchero nella frolla, il salame con la ricotta… Da provate cara, nonposso descrivertelo! Fidati ?

  7. Leave a Reply

    Lilli nel paese delle stoviglie
    28 aprile 2016

    buonissimo, assaggiato anni fa a casa di una signora napoletana doc, squisito, il genere che piace con una frolla come “guscio” e un ripieno, anche da non cotto ispira da matti!!!

  8. Leave a Reply

    Imma
    28 aprile 2016

    Tesoro da quando tempo non preparo questo rustico che amo pazzamente!!Di solito nei buffet non manca mai a una bella fetta adesso calda calda la mangerei davvero con moooolto piacere!!!Un bacione grande,Imma

  9. Leave a Reply

    Vale
    28 aprile 2016

    ma che bella questa crostata salata!!! Sarebbe perfetta per il pic nic, tempo permettendo! Qua è tornato freddo mannaggia!!! Un grande abbraccio

  10. Leave a Reply

    ely mazzini
    27 aprile 2016

    Piace molto anche e me il contrasto dolce-salato, che in questo splendido rustico deve essere una squisitezza, bravissima Damiana!!!
    Un bacione

  11. Leave a Reply

    ipasticciditerry
    27 aprile 2016

    Mamma mia che golosata! Sai che non la conoscevo questa? Frolla dolce con ripieno salato? L’adoro! Mi piace un sacchissimo e mi sa che me la faccio! Ma chi me li da il salame napoletano, la ricotta buona e il pecorino come si deve? Mannaggia alla miseria, qua in mezzo ai colli sono … ci sono cose buonissime ma hanno tutto un altro sapore, ne sono certa. Un sogno davvero questo rustico, continuo a guardarmi le foto e mi è aumentata la salivazione a mille! Un abbraccio bella bionda.

  12. Leave a Reply

    SABRINA RABBIA
    27 aprile 2016

    una meraviglia unica per il palato e per la vista, quei decori sono uno splendore!!!baci Sabry

  13. Leave a Reply

    Laura e Sara Pancettabistrot
    27 aprile 2016

    Dami, ma che cosa meravigliosa è mai questa?? Esterno dolce ed interno salato, che sapori intriganti!!! Tu sì che sai come viziarci 😀
    La ricetta è spettacolare e merita di essere provata al più presto!! Nel frattempo le pancette l’approvano di brutto 🙂
    Un abbraccio grande bedda!!

  14. Leave a Reply

    Valentina
    27 aprile 2016

    Mammamiaaaa Damiiii io lo adoro! E lo adoro, proprio come te, abbinato ad un buon bicchiere di vinello bianco ghiacciato! ^_^ Che fame che mi hai fatto venire! E chissà perché ora mi immagino in riva al mare con una fetta di rustico dolce in una mano e il vinello nell’altra! Ahahahah magariiiii fa pure freddino qua!! Comunque devo farlo, salvo la ricetta 🙂 Tesoro, un abbraccio grande grande e grazie per le parole che hai lasciato da me <3 Ti stringo forte! :**

    • Leave a Reply

      Damiana Casillo
      27 aprile 2016

      Allora siamo in riva al mare sorseggiando vino e gustando il rustico? Si ci sto, così ti ripeto da vicino tutte le cose belle che penso di te ?

  15. Leave a Reply

    Simo
    27 aprile 2016

    ecco, da buona rimbambita quale sono credevo fosse una torta dal ripieno dolce…invece ho capito male, è un gusciuo dolce dal ripieno salato e goloso, mmmmmm
    Adoro questi contrasti favolosi amica mia………
    Me ne passi una fetta, grazie?!
    Bacio grandissimo

  16. Leave a Reply

    mariabianca
    27 aprile 2016

    Mi incuriosisce parecchio questo contrasto tra il dolce e il salato,brava Damiana,bella ricetta!

  17. Leave a Reply

    Melania
    26 aprile 2016

    È semplicemente perfetto Damiana! E non oso immaginare la bontà. Un guscio di frolla contenente una sorpresa all’interno dolce!
    Ti abbraccio tesorino!

  18. Leave a Reply

    Andreea
    26 aprile 2016

    Amo questi rustici e poi, tu li hai dato anche una bella forma perché anche l’occhio vuole la sua parte, complimenti !

  19. Leave a Reply

    saltandoinpadella
    26 aprile 2016

    Certo che i napoletani sono persone estrose. Mai avrei pensato a un guscio dolce per contenere un ripieno salato. Io voto per la tua versione con a provola, con tutto il rispetto per il fiordilatte ma è tutta un’altra storia 🙂

  20. Leave a Reply

    Ketty Valenti
    26 aprile 2016

    Oh mamma che goduria… Ecco qual la fetta ghiotta, piena e umida è quasi un’attenta ti a quest’ora, proprio adesso che ho fame nera e neanche posso pranzare, vado a prendere bimbo a scuola sognando il tuo dolce rustico Napoletano Mmmmm

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

CONSIGLIA Torta di mais