Pizza di ricotta

Dici pizza e pensi a Napoli.Si,qui abbiamo l’abitudine di chiamare pizze anche pietanze dolci,soprattutto se sono ricche di una golosa farcitura.E vi assicuro che questa torta,ne contiene una squisita,fatta di candida e freschissima ricotta e deliziosa crema.Un connubio,che regala la certezza di assaporare un dessert,che in bocca si scioglie e nello stomaco fa la ola.Non nel senso,che vi farà contorcere con un indolente mal di pancia,ma nel senso di esultanza…beh se poi la mangerete ancora bollente,non vi assicuro nulla,sapete bene la ricotta calda cosa può scatenare! 😯 

Ora tornando ad argomenti più sereni,vi ribadisco la bontà di questa pizza.E’ una ricetta antica,presa tantissimi anni fa da un giornalino,che allora era allegato ad un quotidiano di Napoli.Un tascabile che racconta la tradizione della cucina napoletana in cento ricette,raccontando anche gli usi e costumi.Un piccolo tesoro che ha reso negli anni,insieme agli insegnamenti della mamma,la mia cucina,spero,più buona e saporita…

Print Recipe
Pizza di ricotta
Una pizza per racchiudere nel friabile guscio di pasta frolla,una goloso ripieno fatto di ricotta e crema
Tempo di preparazione 40 minuti
Tempo di cottura 50 minuti
Porzioni
8 persone
Ingredienti
Per la pasta frolla
Per il ripieno
Tempo di preparazione 40 minuti
Tempo di cottura 50 minuti
Porzioni
8 persone
Ingredienti
Per la pasta frolla
Per il ripieno
Istruzioni
  1. Preparate la pasta frolla e fatela riposare al fresco una mezz'ora Preparate la crema con il latte,tre tuorli,tre cucchiai di farina e tre cucchiai di zucchero,la vaniglia e lasciatela raffreddare Sbattere a neve ben ferma,i due albumi delle uova rimaste e mettete da parte.Conservate i tuorli che mescolerete,con la ricotta ed il resto dello zucchero,aiutatevi con una frusta Unitevi la crema ormai fredda e delicatamente gli albumi montati Stendete un pò più della metà della pasta frolla e foderate con essa una tortiera di circa 30 cm di diametro Versatevi il ripieno e coprite con la pasta restante anch'essa spianata Mettete a cuocere in forno preriscaldato a 170° per circa 50 minuti Lasciate raffreddare la pizza nel forno e cospargetela con lo zucchero a velo
Recipe Notes

Se al secondo giorno ancora avanza,è bene conservarla in frigo ben coperta,data la presenza di crema e ricotta,e viste le temperature ormai miti.

Come per la pastiera il giorno dopo è ancora più buona

E con questa delizia vi auguro una profumatissima settimana…Bisogna impastare mi raccomando,tirate fuori il matterello e usatelo solo su una buona pasta frolla;al marito ci penserete dopo :)Arriva Pasqua,siate pie  😀 

Io certe crepe le adoro,Non trovate?

Comments

  1. Leave a Reply

    Mimma Morana
    20 aprile 2017

    meravigliosa!!! una pastiera senza grano e quindi piu’ facile e fattibile in ogni momento!!! bravissima mia cara!!

  2. Leave a Reply

    Ornella
    15 aprile 2017

    Sforni sempre dolci fantastici e golosi oltre misura cara Damiana! Buona Pasqua a te e famiglia! Un abbraccio

  3. Leave a Reply

    speedy70
    14 aprile 2017

    Adoro i dolci alla ricotta! Auguri Damiana, per una serena Pasqua!

  4. Leave a Reply

    Lidia
    13 aprile 2017

    Che pizza la pizza…..però io la adorooooooooooooo e nun mborta si fà ngrassà è buona comunqueeeeeeeeeeeeee
    auguri serena pasqua tesorooooooooooooooooooooooo

  5. Leave a Reply

    ConUnPocoDiZucchero Elena
    13 aprile 2017

    a qst proprio io non so resistere! sai che amo la ricotta sopra ogni cosa (anche calda su di me non sortisce nessun effetto 😀 ) e le frolle soprattutto quindi va da se che il mix è letale per la mia impazienza di mettermi all’opera! Se non fosse per il diavoletto a forma di bambina che ho in casa, la farei subito (ì lo so sono le 4 del mattino e siamo sveglei già da 1 ora e mezza.. ecco impasterei più che volentieri con lei si sa mai che si stanca e mi dice “mamma nanna” ) 😀 😀
    Buona Pasqua carissima!

    • Leave a Reply

      Damiana Casillo
      13 aprile 2017

      Ahahah ti tiene sveglia eh!Quanto è bella,un bacio grande a te e lei😘Tantissimi auguri Elena😍

  6. Leave a Reply

    Mile
    12 aprile 2017

    Mi metti la ricotta nei dolci e mi fai felicissima! Sembra si sciolga in bocca. E a proposito di “pizza” usata per indicare anche i dolci. in Abruzzo abbiamo un dolce con l’alchermes che chiamiamo, in dialetto, “La Pizza Doce”. Se ci pensi vale anche il contrario: si dice spesso “Torta salata” per dei rustici. Excursus linguistico 😛 Buona Pasqua cara Dami a te e alla tua famiglia!

    • Leave a Reply

      Damiana Casillo
      13 aprile 2017

      È vero,ora che mi ci fai pensare.Questo Excursus mi piace😂😂Grazie tesoro,tantissimi auguri anche a te😘

  7. Leave a Reply

    SABRINA RABBIA
    11 aprile 2017

    ADORO LA PIZZA RICOTTA, LA FA SEMPRE MIA SUOCERA!!!PRCHE’ NON MI MANDI LA RICETTA AL CONTEST MEAT FREE CHE OSPITO SUL MIO BLOG PER I MESI DI MARZO E APRILE>???BACI SABRY

  8. Leave a Reply

    Cristina
    11 aprile 2017

    Una sorta di pastiera “alleggerita”: gnam. Le crepe…eccerto che si che sono adorabili !

  9. Leave a Reply

    Mila
    11 aprile 2017

    E’ sicuramente da quelle crepe che esce il meraviglioso profumo!!!!!
    Auguroni di Serena Pasqua

  10. Leave a Reply

    veronica
    10 aprile 2017

    damiana eccomi qui approfittando del giorno di chiusura della pizzeria
    e dove casca l’occhio sulla parola pizza
    e pizza con la ricotta uhm che bont
    ti faccio i miei complimenti

  11. Leave a Reply

    Melania
    10 aprile 2017

    Solo da voi se dici pizza viene fuori una meraviglia del genere. Ma come si fa a resistere? E pensare che vorrei mangiar meno dolci, ma è una continua tentazione. Segno anche questa Dami, ho salvato anche i taralli che mi son piaciuti tantissimo e non vedo l’ora di replicarli. Una fetta prima di cena…shhh non lo dirò a nessuno 😋😉

  12. Leave a Reply

    ipasticciditerry
    10 aprile 2017

    Madòòòòòò che bontò Damy! Ti rendi conto che mi tocca fare anche questa? Non posso fare e mangiare tutti questi dolci … poi ingrasso e che mi vuoi tutta ciccia e brufoli? Scherzi a parte … uhmm la frolla con la sugna … e se mettessi il burro non sarebbe meglio? Che dici? Peccato non me ne puoi far assaggiare un pezzettino … mi accontenterei. ♥

    • Leave a Reply

      Damiana Casillo
      10 aprile 2017

      Si ricciolona,sostituisci pure,infatti lo dico nella ricetta.Ti tocca farla…Per la ciccia ti non metti un grammo con tutto quel che fai,e per i brufoli ehmmmm direi che non abbiamo l ‘eta’😂😂😂

  13. Leave a Reply

    aria
    10 aprile 2017

    uno scrigno davvero prezioso, questa sono certa…la proverò! se non dovessi ripassare…i miei migliori auguri per una serena Pasqua!

  14. Leave a Reply

    saltandoinpadella
    10 aprile 2017

    In casa mia non ci arriva di sicuro al secondo giorno. Io adoro le crostate, se farcite di crema pure meglio. Quasi quasi ci avrei messo anche qualche amarena, tanto per non farci mancare nulla

    • Leave a Reply

      Damiana Casillo
      10 aprile 2017

      Sarebbe stata ancora un altra cosa….Ma se avessi avuto la ‘uva fragola,ci avrei fatto un pensierino😘

  15. Leave a Reply

    Fr@
    10 aprile 2017

    Deve essere una bontà, solo a pensarla mi viene voglia.

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

CONSIGLIA Marshmallow homemade