Pane a lievitazione naturale con farina integrale e fiocchi d'avena

Pane a lievitazione naturale con farina integrale e fiocchi d’avena

Pane a lievitazione naturale

Fare il pane è come sedersi ad una scrivania,il tempo di guardare la tastiera e metti nero su bianco pensieri mai immobili e veloci a volte troppo veloci.Con il pane accade la stessa cosa,guardi la farina  e metti in una ciotola tutto quello che da lei ti aspetti:profumo intenso e unico,crosta croccante e color miele,mollica fitta o aerata a seconda dell’umore e tanto,tanto amore,o forse passione…si passione,sempre lei,quella cosa che muove tutto e le tue mani,anche quando son stanche e vorrebbero rifugiarsi nel riposo di un momento.Cosa può nascere da mani e passione e pensieri?Qualcosa di bello,difficile da trovare in ciò che è ormai scontato,ma che incontri nel tuo pane appena sfornato,ancora caldo e che sembra stringerti in un abbraccio e rassicurarti dolcemente e ti sussurra che va tutto bene,che anche le tue mani troveranno ancora vigore

Il pane ha la magia di parlarti…

Pane a lievitazione naturale con farina integrale e fiocchi d’avena

Pane a lievitazione naturale

Pane a lievitazione naturale con farina integrale e fiocchi d’avena

Pane a lievitazione naturale con farina integrale e fiocchi d'avena
Pane dal profumo intenso e tipico del lievito naturale,con farina integrale e crosta cosparsa da fiocchi d'avena.Un pane dal sapore rustico che accompagna divinamente qualsiasi pietanza o salume e formaggi
Write a review
Print
Ingredients
  1. 200 g. di lievito madre
  2. 1 Kg di farina integrale
  3. 750 g. di acqua
  4. 17 g. di sale
  5. 50 g. di fiocchi d'avena
  6. 1 cucchiaio di miele
  7. Inoltre
  8. q.b di fiocchi d'avena per cospargere la superficie
Instructions
  1. Sciogliere il lievito madre nell'acqua fredda insieme al miele.Aggiungere la farina ed iniziare ad impastare.Unire anche i fiocchi d'avena
  2. Unire per ultimo il sale ed impastare bene almeno una decina di minuti,aiutandosi all'occorrenza con altra farina,fino ad ottenere un impasto liscio ed elastico
  3. Trasferire il panetto in una ciotola unta d'olio e coprire con un canovaccio umido.Lasciare lievitare fino al raddoppio o quasi
  4. Spargere sulla spianatoia i fiocchi'avena,riprendere la pasta e adagiarla sopra
  5. Con la stecca,tagliare dei pezzi a cui daremo la forma di filoncini
  6. adagiare sulla placca del forno foderata di carta forno,coprire con pellicola e lasciare lievitare un'altra mezz'ora
  7. Preriscaldare il forno alla massima temperatura,praticare dei tagli sui filoncini,cospargere ancora di fiocchi d'avena
  8. Infornare al massimo della temperatura i primi dieci minuti,poi proseguire a 200° per altri venti
  9. Sfornare e aspettare che intiepidisca...sempre che resistiate
Notes
  1. Il lievito madre va rinfrescato almeno un paio d'ore prima,quando le temperature sono ancora miti.Potete lasciare lievitare anche tutta la notte in frigo e riprendere la pasta l'indomani,regolandovi naturalmente a seconda delle vostre esigenze.Io ad esempio ho rinfrescato il pomeriggio,impastato la sera,messo in frigo a lievitare e formato al mattino,poi infornato poco prima di pranzare.
  2. Usando tutta farina integrale la pasta lieviterà meno rispetto alle altre farine,non preoccupatevi è tipico.Anche l'assorbimento dell'acqua sarà maggiore,anche questo è tipico della farina integrale
  3. Prima di infornare potete mettere un pentolino con dell'acqua sul fondo del forno per creare umidità
  4. Potete usare naturalmente lievito di birra nella misura di circa 10 g,giocando d'anticipo,questa dose sarà sufficiente.Sapete che meno lievito usiamo e più il pane è digeribile e profumato
Dolci Delizie di Casa http://www.dolcideliziedicasa.ifood.it/
Pane a lievitazione naturale con farina integrale e fiocchi d'avena

Pane a lievitazione naturale con farina integrale e fiocchi d’avena

Il pane sa parlarti ed ora mi sta dicendo che le polpette al sugo si stanno beatamente incenerendo e che se non mi muovo non avrò nulla da mangiare,se non un cespo d’insalata ed una scatoletta di tonno…Ora detto tra di noi,l’insalata me la mangio pure ma solo quando la coscienza urla e si fa sentire!Oggi non ho una coscienza,oggi sono in modalità”non me ne frega una beata m….ia di nulla”,piglierei a paccheri pure quel peluche che odio da una vita,ma “guai a toccarlo” mi redarguisce la figlia…quindi vado dalle polpette e piglio a paccheri loro e poi pure il

peluche!

Con questa ricetta partecipo alla raccolta mensile di Panissimo di Barbara Sandra,questo mese ospitata nel blog di Terry

finale-di-stagione-

Comments

  1. Leave a Reply

    Eisabetta
    21 ottobre 2015

    è sempre bellissimo da impastare,guardare lievitate e…mangiare il pane!!questi filoni meravigliosi,mi fanno immaginare un magico scenario…una tavolata di campagna apparecchiata con tante leccornie e lui,il tuo pane,regna sovrano!!!nu vas e bona serata,ciaciona bellissima ^;^

  2. Leave a Reply

    silvia
    20 ottobre 2015

    Quanto è vero Damiana, il pane ha la magia di parlarti, ma poi anche tu parli col pane o almeno con l’impasto 🙂 dicendo “dai cresci cresci, guarda come sei bello tutto gonfio, adesso vai nel forno e diventa bello croccante” ahahah…si coccola tutto perchè se ci si mette amore le cose poi vengono bene! e il tuo pane è fantastico guarda, io ne prenderei ora due o tre fettine, con un velo di marmellata e ci farei tranquillamente merenda!

  3. Leave a Reply

    Pattypa
    19 ottobre 2015

    Ma questo pane è una cosa meravigliosa!!!!! Profumatissimo!! Complimenti, un bascione e buon inizio settimana

    • Leave a Reply

      damiana
      19 ottobre 2015

      Se ti metti a far pane tu,ti vengono delle pagnottone esagerate…sei troppo brava impossibile che il pane non ti subisca!Buona settimana a te stellina!

  4. Leave a Reply

    Valentina
    19 ottobre 2015

    Quanto mi piace leggerti, Dami bella, sempre! Sei una forza <3 Amo il pane, lo amo con tutta me stessa.. non lo so fare, cioè è meglio che lo mangi, ecco.. ahahhahaha… Questi filoni sono qualcosa di magnifico, mi sembra di sentirne il profumo… Bravissima, un abbraccio grande e buon inizio settimana 🙂 :**

  5. Leave a Reply

    scamorza bianca
    19 ottobre 2015

    Io amo il pane, mi piace in tutte le sue varianti, faccio davvero fatica a trattenermi di fronte ad una pagnotta.. per fortuna il to è a video, perché sarei riuscita a sgraffignartelo, per farmici un panino con la porchetta e magari delle melanzane sott’olio… tiepidino.. oddioooo che goduria!!!! Senti ma se nn avessi il lievito madre? Con quanto lievito di birra lo sostituisco?

    • Leave a Reply

      damiana
      19 ottobre 2015

      Ahahah golosona più di me e la cosa è alquanto difficile!10 g.vanno bene,sai che meno ne usiamo e più è digeribile…gioca d’anticipo e lascia lievitare pazzerella,ma non metterne di piu per accellerare mi raccomando!

  6. Leave a Reply

    Francesca P.
    18 ottobre 2015

    Chi più di me, che mi nutro continuamente di parole, può amare il tuo parallelismo tra fare il pane e mettersi alla scrivania… hai usato frasi incisive che rendono benissimo l’idea e credo che tutto abbia a che fare col piccolo grande miracolo della creazione… di qualcosa in divenire che nasce dal nulla e che ci stupisce, a cui dedichiamo il giusto tempo e quindi raccogliamo i frutti della pazienza che sono croccanti e dorati…

    • Leave a Reply

      damiana
      19 ottobre 2015

      Tu ti nutri di parole,ma poi quella energia la trasmetti a chi ti legge,dote rara tesoro…Tiabbraccio forte forte

  7. Leave a Reply

    Alice
    18 ottobre 2015

    panificare ha sempre qualcosa di magico per me, e tu hai sfornato delle magie bellissime!!!!!!
    baci
    Alice

    • Leave a Reply

      damiana
      19 ottobre 2015

      Una magia che sarebbe bello ripetere tutti i giorni ahimè…Baci Alice e grazie!

  8. Leave a Reply

    Paola
    17 ottobre 2015

    Una delle mie canzoni preferite di questo ultimo periodo canta che “a scrivere poesie sono i fornai” e io ne sono fermamente convinta. I versi sono fatti di sbuffi di farina che diventato color miele, di profumo che diventa sempre più intenso ed invade case, vie, cucine e cuori. Le attese diventano il ritmo delle giornate e lo scricchiolare della crosta quando lo tagli e svela la morbida mollica. Più le farine sono rustiche, più profumano secondo me e più sono scure più sono buone. E ognuno di quegli alveoli diventa una finestra sul mondo, da cui affacciarsi o su cui sedersi a riposare e ritrovare la carica. Un abbraccio bella bionda.

    • Leave a Reply

      damiana
      17 ottobre 2015

      Ehhhh no ehhhhh….mi hai lasciata affacciata alla finestra mentre pensavo che sei fantastica!Ti lovvo ricciolona assai!:-)

  9. Leave a Reply

    SABRINA RABBIA
    17 ottobre 2015

    RIESCI SEMPRE A METTERMI DI BUONUMORE QUANDO VENGO A TROVARTI SUL TUO BLOG!!!!DELIZIOSO IL TUO PANE, TI E’ VENUTO PERFETTO, TROPPO BELLO AVERE LA PASSIONE PER LA CUCINA, QUANDO IO PER ESEMPIO HO QUALCHE PROBLEMA, MI RIFUGIO LI’ E RIESCO AD EVADERE…..BACI SABRY

  10. Leave a Reply

    Laura e Sara Pancettabistrot
    17 ottobre 2015

    Damiana leggerti è sempre una botta di buon umore e risate!! Sei semplicemente fantastica!!
    Questo pane ti ha parlato e ti avrà raccontato storie meravigliose, talmente è bello e ben riuscito, bravissima!!
    Un bacione e buon weekend!

    • Leave a Reply

      damiana
      17 ottobre 2015

      Fantastiche voi ragazze belle!Un bacione anche dallo sfilatino…confessate,lo apprezzate di più!:-)

  11. Leave a Reply

    saltandoinpadella
    16 ottobre 2015

    Tu però ultimamente ci stai davvero torturando, tra filoni di pane, biscotti, crostate e torte che non si sa quale scegliere visto che sono tutte spaziali!!!! mi sta venendo il sospetto che qui si ingrassi anche solo a guardare 🙂
    Il pane è una di quelle cose di cui ho un’infinito rispetto ed ammirazione. Trovo che sia magia pura. E pensare che da piccola mi rifiutavo di mangiarlo….da giovani non si capisce davvero nulla 😉

    • Leave a Reply

      damiana
      16 ottobre 2015

      No tesoro!Sta tranquilla…non si ingrassa,beh almeno credo 🙂

  12. Leave a Reply

    ipasticciditerry
    16 ottobre 2015

    Nuuuuuuuuuuuuu (pianto disperato) e tu fai un pane così bello e non lo porti alla tua amica Terry alla raccolta di Panissimo? Da te non me lo aspettavo … credevo fossimo amiche. Cià, prima di cancellarti dalle mie amicizie ti concedo ventiquattrore di tempo …. ♥

    • Leave a Reply

      damiana
      16 ottobre 2015

      Solo 24 ore tesoro….dammi un po di tempo,non sono da pc…non mi cancellare

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

CONSIGLIA Pao de queijo