PicsArt_02-03-04.53.06

Danubio dolce

PicsArt_02-03-05.28.58

Eccomi finalmente,con questo briochione soffice,delicato,morbido e ancora caldo.Un Danubio perfetto,che mi ha regalato tanta bontà oltre alla soddisfazione di vedervi tutti ingolositi…ebbene si,mi piace stuzzicarvi e e spingervi in cucina,mentre strizzo l’occhio compiaciuta.Le piccole gioie sono fatte anche di questi momenti,e se sembro scema e infantile,non me ne faccio mica un cruccio,tanto siete più sceme di me!  😀 Mi piace scherzare,so che nelle mie parole condividete la stessa passione e sapete bene che io,”scema”lo dico per intendere noi matte in cucina,tanto fuse e squinternate,capaci di commuoversi con tanto di fazzoletto asciugalacrime,dinanzi allo sportello del forno.Noi che nel forno riusciamo a vederci perfino Richard Gere in “ufficiale e gentiluomo” o che alla planetaria lanciamo sguardi da cerbiatte,ammiccando e contorcendoci come possedute.

Siamo sceme,sceme di cucina! 

PicsArt_02-03-05.33.32

Danubio dolce

PicsArt_02-03-05.17.12

Danubio dolce
Write a review
Print
Ingredients
  1. 300 g. di farina 00
  2. 300 g. di farina manitoba
  3. 150 g. di zucchero semolato
  4. 200 ml di latte intero
  5. 3 uova medie(se sono grandi basteranno due)
  6. 100 g. di burro morbido e a tocchetti
  7. 1 bacca di vaniglia
  8. 1 cucchiaino raso di sale
  9. 15 g. di lievito di birra
Instructions
  1. Sciogliere il lievito nel latte appena tiepido insieme ad un cucchiaino di zucchero preso dal totale
  2. Versare nella ciotola della planetaria,unire la farina,lo zucchero e le uova insieme ai semini della bacca di vaniglia
  3. Cominciare ad impastare con il gancio a kappa fino a quando l'impasto non inizia ad aggrapparsi al gancio stesso
  4. Ribaltare un pò l'impasto e sostituire il gancio con quello a spirale.Unire i tocchetti di burro poco per volta e lavorare bene,fino a quando l'impasto non si stacca dalle pareti della ciotola.Dovrà diventare liscio e bene incordato.unire per ultimo il sale
  5. Mettere ora in una ciotola ben coperta con pellicola e lasciare lievitare fino al raddoppio
  6. Prendere l'impasto e dividere in tante palline di circa 60 grammi l'una e porle man mano in una teglia di circa 26 cm coperta di carta forno
  7. Lasciare un pò di spazio tra di esse,si uniranno in seguito alla lievitazione e cottura
  8. Lasciare lievitare ancora,spennelare con il latte e cuocere cuocere in forno preriscaldato a 170° per circa mezz'ora,fino alla doratura della superficie
  9. Sfornare e cospargere di zucchero al velo
Notes
  1. I tempi necessari alla lievitazione dipenderanno dalla temperatura presente in casa.Io ho impastato alla sera tardi e lasciato lievitare l'intera notte in frigo.Al mattino ho lasciato acclimatare l'impasto per un'oretta e proceduto alla formatura delle palline
  2. La seconda lievitazione ha necessitato di un paio d'ore
  3. E' delizioso anche farcito,basterà formare le palline,appiattirle un pò,farcirle con ciò che più ci piace,chiudere,arrotolare ancora e poggiarle in teglia,avendo cura di mettere la chiusura sul fondo.
  4. Ho preferito usare la planetaria,perchè l'incordatura prevede un pò di tempo,ma con un pò di pazienza anche a mano il risultato è ottimo
Dolci Delizie di Casa http://www.dolcideliziedicasa.ifood.it/
 PicsArt_02-03-05.13.58

Un solo aggettivo per la nuvola in questione:sofficissimo.Credetemi,ancora caldo riesce a far commuovere.Provatelo,ma evitate il mascara quel giorno o i vostri mariti penseranno di aver sposato Pierrot con le sue pene d’amore

PicsArt_02-03-05.23.11

Buona settimana e alla prossima delizia!

PicsArt_02-03-05.04.32

PicsArt_02-03-05.37.09

Comments

  1. Leave a Reply

    Lilli nel paese delle stoviglie
    12 febbraio 2016

    bellissimo, pare proprio una nuvola, tanto che voglio farlo solo temo di farlo e finirlo in due ore, mi conosco, è il tipo di preparazione che amo alla follia, a presto!

  2. Leave a Reply

    Ros
    12 febbraio 2016

    hahahahah si si siamo tutte molto sceme <3 io ammiro sempre il forno neanche dovesse uscire l'uomo più figo del mondo 😀 oppure ammiro in totale estasi la planetaria che lavora come se vedessi chissà quale divinità hahahahah bello però essere sceme per una passione come la cucina 🙂 io ho sempre fatto il danubio salato e quello dolce è nella lunga to do list e quando ne vedo uno lo ammiro sempre con tanto amore come in questo caso! il tuo è stupendo e sicuramente buonisismo 😛 finalmente stop ai fritti hahahahah buon fine settimana 🙂

  3. Leave a Reply

    laura flore
    11 febbraio 2016

    Mi unisco al club delle matte…quando ho letto il tuo post, non smettevo più di ridere…ma quanto sei simpatica e brillante tesorino! Adoro Richard Gere, in ufficiale gentiluomo poi…mi fa battere il corason! Amo i lievitati, e questo tuo splendido danubio é uno spettacolo di bellezza e golosità sublime! Mi hai stregato!!! Grazie di cuore per la visita e le bellissime parole chi mi hai dedicato!
    Come sempre sei meravigliosa!
    Un dolcissimo abbraccio e felice serata!
    Laura<3<3<3

  4. Leave a Reply

    Mila
    11 febbraio 2016

    Diavoletto tentatore!!! Il problema non è mika tanto nell’impastare, ma è che poi non so resistere e mangio e la bilancia (che ormai si è nascosta sotto al mobile per paura che presa da un colpo di follia voglia provare a salirci sopra!!) chi la affronta più???
    Comunque sei sempre bravissima!!!

  5. Leave a Reply

    Alice
    10 febbraio 2016

    Damiana tesoro questo danubio ti è venuto strepitoso! Mi piace l’idea della prima lievitazione in notturna in frigo, voglio provarla !
    Come vorrei allungare una mano e rubare una sofficissima pallina!
    baci
    Alice

  6. Leave a Reply

    Milena
    10 febbraio 2016

    Sorrido compiaciuta alla descrizione. E un sorriso più ampio si distende alla vista di questo danubio dolce su cui vorrei atterrare con con tutto il viso 🙂

  7. Leave a Reply

    Ketty Valenti
    10 febbraio 2016

    Spero di trovare seriamente 5 beati minuti tutti per me è per i miei esperimenti vorrei proprio provarlo benché con i lievitati ho pochissima confidenza….
    Si Cara Sceme più sceme ma in gioia e simpatia

  8. Leave a Reply

    aria
    9 febbraio 2016

    Il Danubio sa di casa, di pazienza, di cose buone e genuine…io l’ho scoperto tardi, grazie all’MtChallenge..da allora è stata una scoperta che ne fa una delle mie ricette preferite!

    • Leave a Reply

      Damiana Casillo
      12 febbraio 2016

      Io lo conosco da piccina, da quando mi veniva una ciofeca… Ma ormai l’ho domato ?Ciao tesoro bello

  9. Leave a Reply

    Scamorza bianca
    9 febbraio 2016

    Siiii, scene da capottarsi… io ho passato il we in Austria assieme ad un` amica abbiamo passato in rassegna ogni super e ogni negozio attinente al cibo …..possedute!!!!

    • Leave a Reply

      Damiana Casillo
      12 febbraio 2016

      Ahhhhh ti capisco tesoro, avrei fatto uguale. Con la forza avrebbero dovuto portarmi via! ??

  10. Leave a Reply

    SimoCuriosa
    9 febbraio 2016

    oddiobbbonoooo però! l avevo visto sì su fb… infatti eccomi qua a leggerti.
    è fantastico , soffice e si che mi invogli acciderbolinaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaaa non posso sono a dietaaaa
    almeno fino a che ci riesco (domenica esclusa)
    la tua scema più scema che c’è!
    smuackkkkkkkkkkkkkkkkk Dami sei mitica!

  11. Leave a Reply

    Paola
    9 febbraio 2016

    Non potevi descrivermi meglio, di fronte al forno o alla mia planetaria che contorce gli impasti per farli diventare soffici o spumosi. E per farti capire quanto sono scema, tornata a Napoli settimana scorsa, dopo un mese che ero a Roma, mi sono abbracciata la mia Kitchen Aid, sotto gli occhi strabuzzati di mia madre. Se tornassi a casa e preparassi questo danubio soffice, con la mia KitchenAid, capirebbe il perché di tanto affetto 😀

  12. Leave a Reply

    Laura e Sara Pancettabistrot
    8 febbraio 2016

    A voglia se lo siamo!! Siamo sceme di cucina e sceme matte del tuo danubio!!! Ma cos’è, una nuvolaaaaa! E’ fantastico, altro che Richard Gere, questo danubio si merita ancora di più gli occhi a cuoricino!!! Grazie per averci regalato questa ricetta strepitosa, un bacione carissima!!!! <3

  13. Leave a Reply

    Francesca P.
    8 febbraio 2016

    Ahaha, rido… perchè in effetti lo sguardo che dò ai lievitati è simile a quello con cui osservo gli attori che preferisco, un misto di ammirazione, timidezza e piacere! 🙂 E lo ammetto, “Ufficiale e gentiluomo” mi fa battere il cuore ancora oggi come quando mi esce bene un pane croccante, eheh!
    Amo le tue palline che, unite, diventano un fiore bellissimo e soffice…

    • Leave a Reply

      Damiana Casillo
      8 febbraio 2016

      Si quando se la porta via, è paragonabile alla vista di una sfovliatella calda… GRAZIE mi hai capita! ?

  14. Leave a Reply

    ipasticciditerry
    8 febbraio 2016

    Ma che mi hai vista nella miua cucina? Come fai a sapere che vedo Richard Gere nello sportello del forno? Cara collega scema (si anche a me piace molto scherzare con te ?) devo dire che con questo Danubio sono dovuta andarmi a finire gli ultimi tortelli dalla voglia di dolkceche mi hai lasciato!!! Sei la causa delle mie scorribande in cucina, lo sai? Brava tesoro, sei la meglio

    • Leave a Reply

      Damiana Casillo
      8 febbraio 2016

      Ma che ne so io ci vedo Richard, Brad e pure Jerry Scotti. Ma che scema, tu ignoramj…. No nunn o fa! ?

  15. Leave a Reply

    saltandoinpadella
    8 febbraio 2016

    Meraviglia!!! a guardarlo mi fa pensare a un materassino su cui lanciarmi e saltare allegramente sospinta dalla morbidezza. E poi magari addentare una pallina mentre salto. Dici che sono scema? 🙂
    io ho passato tutto ieri (ma proprio letteralmente dalla mattina alle 11 di sera) a fare una torta di compleanno per una bimba. Le mie amiche mi hanno presa per pazza…ma come stai tutta la domenica a lavorare invece di uscire a fare un giro?!?? non capiscono….

  16. Leave a Reply

    Tiziana
    8 febbraio 2016

    Mi fai morire…siamo veramente matte!! Bellissimo il tuo danubio !! Le foto parlano …si vedeeeee che é sofficissimo !! Baci baci

  17. Leave a Reply

    Melania
    8 febbraio 2016

    Hai scritto bene tesoro! Noi che davanti allo sportello del forno sappiamo commuoverci come nessuno! Che chi ci guarda dirà “queste sono davvero matte”.
    Mi piace tantissimo il tuo Danubio, è una di quelle cose in cima alla lista da preparare. Ti abbraccio forte

    • Leave a Reply

      Damiana Casillo
      8 febbraio 2016

      Sicuramente. Pensi che capiscano gli occhi a cuoricini davanti alla brioche? ??? Provalo tesoro, non te ne pentirai! ?

  18. Leave a Reply

    speedy70
    8 febbraio 2016

    Damiana, passare da te è sempre una golosa tentazione, sei bravissima!!!!

  19. Leave a Reply

    Andreea
    8 febbraio 2016

    Che bello che è venuto e si nota la sofficità, una vera bontà ! Complimenti e buon lunedì ! Claudia

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

"Pasta in spiaggia" a Nerano