Corona semi-integrale con patate,pancetta e asiago

13343149_1114393635291180_3042204074489666018_n

Una corona salata di semplice pane semi-integrale,resa ancora più bella dalle treccine che si appoggiano sul morbido impasto e che diventa super golosa grazie al ripieno che più ci soddisfa o che incontra l’esigenza di riciclare ciò che è avanzato.Infatti,nel mio caso,ho adoperato patate e pancetta ripassate in padella,della sera precedente.Come al solito cucino per un esercito,dimenticando che spesso i ragazzi e senza avvertire rimangono fuori per cena.Quindi,siccome me ne erano avanzate un bel pò e poichè alla sera avevo impastato il pane per il giorno dopo,ho preparato questo rustico,dandogli la sua forma particolare e tanto accattivante.Vi garantisco,che vi farà un figurone in previsione di una serata tra amici;bellissimo da presentare e squisito da gustare!

Corona semi-integrale con pancetta,patate e asiago

13419130_1114394071957803_6449456395327428732_n

 

Corona semintegrale con pancetta,patate e asiago
Un rustico semintegrale con un ricco ripieno di pancetta patate e asiago
Write a review
Print
Ingredienti
  1. 300 g. di farina 0
  2. 300 g. di farina integrale
  3. 100 g. di lievito madre o 10g. di lievito di birra
  4. 3 cucchiai di olio evo
  5. 10 g. di sale
  6. un cucchiaino di miele
  7. acqua q.b
  8. Per il ripieno
  9. 4 o 5 patate di media grandezza
  10. 150 g. di pancetta tagliata a fette sottili
  11. 200 g. di asiago sempre in fette sottili
  12. sale e pepe q.b
  13. 4 cucchiai di olio evo
Instructions
  1. Sciogliere il lievito madre o quello di birra con un bicchiere d’acqua e il miele.
  2. In una terrina capiente mettere le farine,aggiungervi il lievito e tanta acqua affinchè si ottenga un impasto morbido ma compatto.
  3. Continuando ad impastare unire l’olio e per ultimo il sale.Lavorare per almeno dieci minuti,dovrà essere elastico e non più essere appiccicoso.
  4. Spennellare una terrina con un filo d’olio,riporvi l’impasto e coprire con pellicola.La durata della lievitazione dipenderà dal lievito usato
  5. Per il ripieno,cuocere le patate,insieme alla pancetta in padella con un filo d'olio evo.Far dorare,pepare,salare e mettere da parte
  6. Preparazione della corona
  7. Stendere col matterello l'impasto in un rettangolo alto circa 1 cm e coprire i due terzi col ripieno e l'asiago
  8. Sull'impasto lasciato libero,tagliare tante striscioline.Ora avvolgere l'impasto dal lato del ripieno,fino ai tagli .Formare delle treccine(nel mio caso,a due capi)e riporle sul rotolo
  9. Unire le due estremità del rotolo,dandogli la classica forma a ciambella e trasferire su una teglia foderata di carta forno
  10. Lasciare lievitare un'altra oretta ed infornare a 190°per circa 40 minuti,fino a quando è dorata
  11. Servire tiepida,ma anche da fredda è ottima
Notes
  1. Usando il lievito madre,ho impastato alla sera, e lasciato a temperatura ambiente un'oretta.Poi ho riposto in frigo,tirato fuori al mattino,lasciato acclimatare e poi ho proceduto a formare la corona.Potete seguire la stessa tabella di marcia col lievito di birra,magari dimunuendo di 5 o 6 grammi
  2. Io ho ritagliato solo dieci striscioline,formando poi cinque treccine a due capi,nulla vi vieta di farne di più
  3. Per il ripieno sbizzarritevi pure,seguendo i gusti e le stagione.La mia versione con patate deriva da un'esigenza di riciclo,che comunque si è rivelata golosa.E siccome avevo anche un buon salame ci ho aggiunto anche quello
  4. Per rendere le patate ancor più sfiziose,fate prima tostare la pancetta in padella.Mettete da parte e friggete le patate,alla fine l'aggiungerete,rimarrà più croccante e saporita
Dolci Delizie di Casa http://www.dolcideliziedicasa.ifood.it/
13406857_1114393758624501_2049322440506334014_n

Il profumo era intenso,come solo un buon pane sa donare.Lui così generoso,non si risparmia,quando si tratta di deliziare le nostre narici e diventa fin troppo magnanimo nel momento di appagare le papille,diventate con gli anni ancora più esigenti.Loro pretendono,lui regala;uno scambio d’amore per nulla equilibrato,ma d’altronde l’equilibrio non esiste neanche nelle coppia,c’è sempre chi ama di più e non se ne accorge

Se avete bisogno di un aiuto vi rimando dritte dritte da una boccolona meravigliosa,la mitica Enrica di Chiarapassion.La sua corona salata al panbrioche oltre che essere perfetta e tanto fashion,è fornita di un passo passo utilissimo,che vi renderà questa meraviglia facile per un gran successo.Alla prossima delizia ! 😀 

13332986_1114394288624448_5850805218215055215_n

Comments

  1. Leave a Reply

    Vale
    16 giugno 2016

    questo pane mette un appettitooooooo, deve essere un trionfo di gusto! 😀 Bacioni

  2. Leave a Reply

    aria
    14 giugno 2016

    Che meraviglia Damiana, con i lievitati sei davvero imbattibile!

  3. Leave a Reply

    aria
    14 giugno 2016

    Oh, che meraviglia Damiana, tu con i lievitati sei davvero imbattibile!

  4. Leave a Reply

    Rossella
    13 giugno 2016

    Damiana tentatrice ! Anche con gli avanzi fai trionfi ! Un abbraccione !

  5. Leave a Reply

    Alice
    12 giugno 2016

    Lo sai che amo i lievitati e visto ch el’estate tarda avenire il forno lo accendo ancora tranquillamente, per cui copio la ricetta e provo presto! Fantastica scelta il tipo di ripieno !
    baci
    Alice

  6. Leave a Reply

    Imma
    10 giugno 2016

    Che meraviglia tesoro e sai che profumino appena uscita dal forno…deve essere paradisiaco e poi adoro la forma che gli hai dato amica mia!!Bacioni,Imma

  7. Leave a Reply

    Mila
    10 giugno 2016

    Ecco sono già a bocca aperta!!!! Che delizia complimenti e buon week end

  8. Leave a Reply

    tizi
    10 giugno 2016

    ricetta super golosa e realizzata alla perfezione, molto bella da vedere e gustosissima per un’aperitivo sostanzioso e saporito! complimenti 🙂

  9. Leave a Reply

    Ketty Valenti
    9 giugno 2016

    Eccomi finalmente a prendere questa bella corona,tanto è bella che la metterei in testa 🙂 ma mi sa che in panza da ben altre soddisfazioni hi hi hi scherzi a parte,quanto sei brava Dami ma quelle trecce perfette come riesci? complimentissimi davvero maghetta dei lievitati <3

  10. Leave a Reply

    ipasticciditerry
    9 giugno 2016

    Tu lo sai vero che mi toccherà provare anche questa? E’ molto golosa e invitante. Poi fai di quelle foto che uno davvero gli aumenta la salivazione … brava bella bionda, riesci sempre a sfornare meraviglie. Ti abbraccio stretta stretta

  11. Leave a Reply

    Luisa Napolitano
    9 giugno 2016

    Ciao! Sono arrivata al tuo blog per caso, ci ho fatto un giro veloce e devo dire che mi piace molto, infatti mi sono aggiunta ai tuoi lettori fissi!

  12. Leave a Reply

    Mimma Morana
    9 giugno 2016

    meravigliosa questa corona!! immagino il sapore e i profumi per casa….bravissima mia cara!!

  13. Leave a Reply

    Simo
    9 giugno 2016

    Tu e i lievitati ormai siete una cosa sola, teso’…..guarda da un riciclo nato lì per lì cosa mi hai tirato fuori….
    Ma una fetta x la Simo affamata ( e a dieta, ahimè…) proprio non ne è rimasta!?
    Bacio

  14. Leave a Reply

    Natascia
    8 giugno 2016

    Non ho ancora deciso se scegliere tra i tuoi bellissimi dolci o tra questi magnifici salati! Anzi… ho deciso! Prima mangerei salati e subito dopo i dolci! Sei bravissima Damiana. Peccato non essere vicine di casa!

  15. Leave a Reply

    ely mazzini
    8 giugno 2016

    Riesci sempre a farmi venire l’acquolina con le tue splendide foto, questa corona è bella fuori e golosissima dentro!!! Sempre bravissima Damiana!!!
    Un bacione

  16. Leave a Reply

    Maria Pia
    8 giugno 2016

    Bellissima da vedere e con un ripieno così gustoso e saporito è praticamente irresistibile!
    Un bacio e buona notte!

  17. Leave a Reply

    Imma
    8 giugno 2016

    Ma che spettacolo tesoro poi tutta bella farcita e la farina semiintegrale è la mia preferita in assoluta e con questo tipo di lievitati ci sta uina favola!!!!Un grande abbraccio,Imma

  18. Leave a Reply

    Valentina
    8 giugno 2016

    Tu e Enrica siete le mie boccolone del cuore! E questa corona è semplicemente stupenda, hai le mani d’oro Dami!!! Mi hai fatto venire una fame tremenda, quel ripieno deve essere qualcosa di unico!!! Un abbraccio grande grande e complimenti :** <3

  19. Leave a Reply

    Laura e Sara Pancettabistrot
    8 giugno 2016

    Dami tu sai sempre prenderci per la gola, quanto ci piacerebbe vederti all’opera mentre prepari questi lievitati meravigliosi….dovresti aprire un forno, noi saremmo sempre da te per colazione, merenda e cena!!! E chi resiste a questa corona?? Le treccine poi…deliziose!
    Bravissima tesoro, un abbraccio grande

  20. Leave a Reply

    Melania
    8 giugno 2016

    Ormai vedo trecce ovunque! Crostate, pane…guarda qui che meraviglia hai sfornato!!! Io proprio non le so fare.
    Facciamo un cambio? Ti va? Io ti mando un po’dei miei cannoli e tu m’insegni a far le trecce!
    Un abbraccio tesoro:)

    • Leave a Reply

      Damiana Casillo
      8 giugno 2016

      Scambio mooolto ragionevole direi. Ma dai sei talmente brava, figurati se non riesci a far due trecce. Dai provaciiiii ??

  21. Leave a Reply

    Andreea
    8 giugno 2016

    Ma che deliziosa è questa corona, una vera bontà che racchiude tanti sapori !

  22. Leave a Reply

    lory b
    8 giugno 2016

    Me ne sono innamorata all’istante… troppo invitante, una corona esageratamente attraente!! Brava Dami!!!!!
    Ti seguo sempre anche se ultimamente sono stata poco presente <3
    Un bacione grande, buon pomeriggio!!!!!!!!

  23. Leave a Reply

    silvia
    8 giugno 2016

    Ma pensa…in coppia tra me e il pane saprei giusto indovinare chi potrebbe amare di più!! io adoro questi lievitati e tu poi li riempi di ogni ben di Dio…non solo cucini bene per la sera prima, ma riesci pure ad inventare e riutilizzare ciò che avanza, per creare questi meravigliosi capolavori! Il pane è un dono meraviglioso e regalato così poi è ancora più spettacolare! bravissima come sempre!

    • Leave a Reply

      Damiana Casillo
      8 giugno 2016

      Silvia della serie, non si butta via niente. Basta reinventare e pure due patate annoiate, riprendono vita. Ehhmm detta cosi’ suona strano! ????

  24. Leave a Reply

    Mile
    8 giugno 2016

    L’idea delle treccine è deliziosa. E sì il pane è davvero un dono. Quanto più sai apprezzarlo quanto più esso diventa buono e generoso 🙂

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

CONSIGLIA Fusilli con tonno e asparagi