Ciabatte con farina integrale e lievito madre

Mi fa stare bene.Annusare la farina,palparla e guardarla,mentre gia la vedo trasformata in caldo e profumatissimo pane.Mi fa stare bene.Tirare fuori il mio asse di legno,innevarlo e accarezzarlo,lasciando le impronta di dita,spesso frettolose e gelide.Mi fa stare bene.Sfornare e respirare il tepore che invade la cucina ,mentre la calma cede il passo all’impazienza di assaggiare.E sono stata benissimo nell’impastare queste ciabatte;lavoravo pregustando ciò che sarebbe accaduto:favolosi pani fragranti da farcire con i più svariati ingredienti.Che v’aggia di;beo di spicciole emozioni.

Ciabatte con farina integrale e lievito madre

 Ed una napoletana impenitente e non inappetente,con cosa può mai farcire un pane così invitante.Il ragù non c’era,non rimanevano che salsiccia e friarielli.Sono stata bene. ;-

Print Recipe
ciabatte con farina integrale e lievito madre
Fragranti ciabatte,ideali da essere farcite dai più svariati ripieni
Porzioni
8
Ingredienti
per poolish
per l'impasto
Porzioni
8
Ingredienti
per poolish
per l'impasto
Istruzioni
  1. Per il poolish Rinfrescare il lievito madre un paio di volte,quando raddoppia in un paio d’ore è pronto. La sera preparare il poolish sciogliendo il lievito nell’acqua e aggiungendovi poi la farina.Mescolare bene affinchè non si formino grumi e lasciare riposare l’intera notte,avendo cura di coprire bene con un canovaccio o pellicola.L’impasto risulterà quasi liquido,è così che deve essere,comunque al mattino il suo volume sarà quasi tripiclato. Se invece usate il lievito di birra,basteranno un paio d’ore,quindi sappiate regolarvi con i tempi.Al mattino metto nella ciotola della planetaria il lievito e sciolgo in acqua,insieme al miele.
  2. Per l'impasto Aggiungere la farina,il sale e sopra il poolish,lasciare impastare fino ad ottenere un impasto morbido e bene incordato,che comunque si staccherà dalle pareti della ciotola.Lasciare riposare un paio d’ore in un contenitore sempre coperto. Spolverare molto con la semola il piano di lavoro e versarvi l’impasto,spolverare ancora abbondantemente anche la superficie.Tagliare delle strisce con una stecca larghe più di cinque cm e più lunghe di dieci.Delicatamente appoggiarle sulla teglia foderata di carta forno con il taglio rivolto verso l’alto e con le dita schiacciare leggermente.Lasciare lievitare fino al raddoppio,coprendo sempre con un canovaccio. Cuocere in forno a 220°,avendo cura di mettere sul fondo una pirofila con cubetti di ghiaccio,in modo da creare del vapore.Cuocere per una ventina di minuti o fino a quando la crosta non sarà leggermente dorata.
Recipe Notes

*ho messo le dosi anche del lievito di birra,ma o si usa uno o l'altro

* Con il lievito di birra,i tempi saranno molto ridotti:per il poolish ci vorranno all’incirca due ore.Per il secondo impasto basterà un riposo di un’ora e dopo la formatura delle ciabatte,si procederà alla cottura quando saranno raddoppiate di volume.
* ho usato il miele al posto del malto,purtroppo ne ero sprovvista

Alla prossima penitenza amiche care 😀

Comments

  1. Leave a Reply

    speedy70
    13 febbraio 2017

    Quanto mi piace mettere le mani in pasta… complimenti per le tue ciabatte perfette!!!!

  2. Leave a Reply

    Natalia
    13 febbraio 2017

    Sono bellissimi questi pani! Il profumo del pane appena sfornato è ineguagliabile.
    Baci cara

  3. Leave a Reply

    ConUnPocoDiZucchero Elena
    11 febbraio 2017

    ci credo che sei satata bene dami! e si vede dalla bellissima rustica perfezione di tutti i tuoi lievitati! anche questi pani sono una meraviglia! <3

  4. Leave a Reply

    Mile
    10 febbraio 2017

    Sei stata bene?! E come aversti potuto stare diversamente?! Una ciabatta che appare una bontà riempita con quel bendidio! Lo credo bene. Ti dirò una bella cena così la gradisco e non poco! Evviva i piccoli piaceri 🙂

  5. Leave a Reply

    aria
    8 febbraio 2017

    sembrano buonissime! Integrali poi,…han quel che in più!

  6. Leave a Reply

    tizi
    8 febbraio 2017

    quanto hai ragione damiana! ci sono pochissime cose che eguagliano la magia del profumo di pane appena sfornato… io ho tanta strada da fare in fatto di panificazione e resto sempre ammirata quando vedo del bel pane fatto in casa come questo tuo! complimenti 🙂

  7. Leave a Reply

    Ketty Valenti
    8 febbraio 2017

    Eccomi finalmente ad osservare più da vicino i tuoi lievitati di cui sei regina, come ti dicevo oggi, si possono farcire in mille modi golosi dal dolce al salato ma quando un pane è squisito già di suo diciamo” pani schitto cala ritto” cioè il pane se è buono lo mangi di gusto anche schitto…senza nulla 😊😘

  8. Leave a Reply

    Claudia
    7 febbraio 2017

    Ma sono uno spettacolo queste ciabattine… Ne immagino il profumo e gusto.. Che dici.. porto la mortadella? o anche salame se vuoi.. Smackkk

  9. Leave a Reply

    Simo
    7 febbraio 2017

    Teso’….sono una favola! Salame, mortadella, frittatona….per farcire solo l’imbarazzo della scelta!!!! Un bacione amica mia

  10. Leave a Reply

    Ely
    7 febbraio 2017

    Eccomi qui! Che dire tesoro mio, un pane da far resuscitare i morti, come si dice da noi, favoloso, croccante e morbido allo stesso tempo, ci credo bene che ti abbia fatto star bene, chi non sarebbe felice nel prepararlo e assaggiarlo? Ti abbraccio!

    • Leave a Reply

      Damiana Casillo
      7 febbraio 2017

      Che gioia riaverti qui Ely cara.Ti abbraccio forte anch’io e poi ci gustiamo una bella ciabatta eh 😘

  11. Leave a Reply

    ipasticciditerry
    7 febbraio 2017

    E io che t’aggià dì? Che me le papperei con una bella fetta di mortadella … maròòòòò che voglia mi hai fatto venire. Queste penitenze piacciono molto anche a me ahahahh. Tanti baci bella bionda del mio cuor ♥

  12. Leave a Reply

    SABRINA RABBIA
    7 febbraio 2017

    UNA VERA TENTAZIONE. QUANTO TEMPO CHE NON PREPARO IL PANE FATTO IN CASA, POSSO RUBARTENE UN PEZZETTO???BACI SABRY

  13. Leave a Reply

    Silvia
    7 febbraio 2017

    È tanto che non preparo il pane! Ma ci credo che ti fa stare bene, è qualcosa di divino! È bello partire da pochi ingredienti e poi attendere che cresca, come un figlio! Damiana queste ciabatte di pane sono meravigliose, mettici dentro quello che più ti piace, ma dagli un morso anche per me, pure così, al naturale!

  14. Leave a Reply

    saltandoinpadella
    7 febbraio 2017

    Uuuuu salsiccia e friarielli….ci credo che sei stata bene 🙂 sai che ho un debole per il pane. Mettere le mani in pasta fa stare benissimo anche me. Che ti devo dire, io ai lievitati, pane/focacce and co., non posso proprio rinunciare. Alla faccia dei carboidrati e del culone 😀

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

CONSIGLIA Biscotti salati alle noci e miele