Torta rustica ripiena di cipolline e pinoli

E’ giunta e porta con sè,un cesto colmo e traboccante di ricchezze:cipolline novelle,pisellini dolci e croccanti,timidi asparagi,i primi carciofi e ancora tante verdurine.Ogni stagione placa l’anima coi suoi doni speciali,ma è l’estate e la primavera che la fanno esultare in una danza di gioia e serenità, al solo immaginare,padelle fumanti da cui provengono vapori e profumi unici.Amo preparare padellate di verdure miste in cui ognuna si fonde all’altra,regalando la bellezza della primavera,attraverso il gusto che sanno creare.La vedo in un bocciolo scintillante,in un raggio di sole abbagliante,in un tramonto che tarda finalmente ad arrivare,nel profumo della sera e…in un tegame sul fuoco.La primavera la vedo,la gusto,l’annuso…l’amo!

(altro…)

Corona semi-integrale con patate,pancetta e asiago

13343149_1114393635291180_3042204074489666018_n

Una corona salata di semplice pane semi-integrale,resa ancora più bella dalle treccine che si appoggiano sul morbido impasto e che diventa super golosa grazie al ripieno che più ci soddisfa o che incontra l’esigenza di riciclare ciò che è avanzato.Infatti,nel mio caso,ho adoperato patate e pancetta ripassate in padella,della sera precedente.Come al solito cucino per un esercito,dimenticando che spesso i ragazzi e senza avvertire rimangono fuori per cena.Quindi,siccome me ne erano avanzate un bel pò e poichè alla sera avevo impastato il pane per il giorno dopo,ho preparato questo rustico,dandogli la sua forma particolare e tanto accattivante.Vi garantisco,che vi farà un figurone in previsione di una serata tra amici;bellissimo da presentare e squisito da gustare!

(altro…)

Rustico dolce napoletano

PicsArt_04-04-07.47.47

Oggi,una preparazione che fa parte della tradizione partenopea:il rustico dolce napoletano.E’ sia dolce che salato,perchè il guscio che accoglie il ripieno,è una classica frolla,quindi dolce.Un piacevole contrasto che fa di questo classico,una bontà unica,che saprà sorprendere anche i palati più diffidenti.Di solito viene preparato in tante monoporzioni,negli appositi stampini ovali e trova posto sia in pasticceria che in rosticceria;infatti a qualcuno piace farci colazione,magari sorseggiando poi, anche “nà tazzulell e cafè”.A me sinceramente piace accompagnarlo ad un vinello bianco,ghiacciato e gentile.Insomma è il suo connubio di sapori così contrastanti,a renderlo adatto a qualsiasi circostanza e gusto.Troppo semplice da preparare in casa,regalerà infinita soddisfazione,ve lo garantisco.

(altro…)

Focaccia con cipolle pinoli e uvetta

PicsArt_03-15-08.06.07

Quando hai la fortuna di avere ingredienti di ottima qualità,le idee nascono da sole e le ricette prendono forma prima nella mente e poi in cucina,tra mestoli,ciotole e fornelli.E quindi,la prima cosa che ho pensato,quando ho ricevuto la mistery box con i prodotti Ventura e assaporato la dolcissima e morbida uvetta,è stata quella di abbinarla sempre ai suoi pinoli,fragranti e profumati,perchè estratti da pigne essiccate al sole.Uniti insieme a cipolline novelle, in un gusto agrodolce hanno farcito meravigliosamente bene,una focaccia classica,sormontata in cima da roselline di  bacon,per un contrasto un pò accennato;ancora pinoli e sale grosso.Insomma tanti ingredienti di qualità del marchio Ventura,per una proposta riuscita e tanto saporita

(altro…)

Corona di pane con “friarielli e ciccioli”

PicsArt_01-08-04.33.39

Ieri toglievo lucine e stelle dorate,oggi penso già a frittelle,graffe,bomboloni,lasagne e tutto ciò che attende il Carnevale.Pensavo a piattini leggeri,minestrine annacquate,verdure bollite e pollo sconsolato,per una disintossicazione del corpo,sperando anche a quella dell’anima…Ma mi son caduti addosso,all’improvviso e senza preavviso,giorni fatti di maschere e coriandoli,vetrine ricolme di chiacchiere e castagnole e profumi di fritti e zucchero a velo.Non è stata colpa mia,è stata colpa del tempo,che cerco di frenare e calmare,ma lui ribelle scappa via,a volte senza neanche voltarsi e accorgersi o preoccuparsi del mio fiatone…Non capirebbe le mie spiegazione ed io dinanzi a tanta indifferenza,non faccio altro che dedicarmi a ciò che più mi piace:mettere le mani in pasta e creare la mia corona di pane.Bella,bellissima e tanto saporita.Con lei dico in coro un bel “Vaffa” liberatorio.Quello, garantisco,lo capiscono davvero tutti,tempo compreso! 😛

(altro…)

Pizza di scarole…immancabilmente!

PicsArt_11-22-11.03.54

Succede che ti avvii in cucina,come trasportata dalla voglia di rifare ciò che il cuore suggerisce,senza pensare a foto,set carini,nuovi esperimenti,ma solo dalla voglia che ha il cuore di muovere le mani in ciò che amiamo da una vita e che da sempre ci rende libere e serene.Mi sento così quando annuso la farina,la verso in una ciotola e aggiungo passione,amore e mille ricordi di una bimba che sentiva i profumi,ammirava la mamma mentre cucinava e respirava a pieni polmoni,la gioia che essa ci metteva…Era attraverso il suo amore,la sua dedizione che mi sentivo libera,grata ed oggi sono quegli stessi ricordi a farmi vivere una vita fatta di “sentire”.A volte mi spaventa questo troppo”avvertire”,ne rimango sconvolta io per prima…poi mi calmo e mi dico,che mi piaccio così:passionale,estrema,veemente,con poche vie di mezzo.E’con tutto ciò che sono capace di apprezzare ciò che mi circonda,di non dare nulla per scontato e che ogni giorno è un dono del signore…Ed io inneggio a questa vita,anche attraverso la cucina.Essa è messaggera d’amore ed io ve lo dico mentre,libera,impasto una pizza di scarole…

(altro…)

CONSIGLIA Latte di avena