Torta al cacao con camy cream e ganache al cioccolato

Mi accorgo che soffia un velo di malinconia,ogni volta che mi soffermo a guardarla…Le vedo fare le solite cose,come rifare il letto e fare una filosofia ai guanciali per meglio mostrarli;cucinare i suoi polpettoni mai troppo grandi e ripieni di ogni ben di dio;spazzare il viale rincorrendo ogni foglia dispettosa;curare i suoi gerani così esplosivi e sgargianti da farsi rimirar ad ogni passaggio;sfoltire le sue piantine di basilico che ormai,non hanno più il profumo di una volta.E il pomeriggio è lì,sulla sua poltroncina ad attendere il suo lui,dal maglioncino rosso fuoco e i baffi biondi e bianchi sempre arrabbiati,che torni dal lavoro(eggià,ancora lavora,senza potrebbe morirne a suo dire).Lui posa le chiavi dell’auto,lei si alza per “calare”la pasta,perchè non deve mangiare cornetto e “schifezze”,ma il primo piatto ci vuole!

Appena posso vado di là a godermi la solita scenetta.Lei di spalle che gira la pasta,lui in bagno a lavarsi le mani e lei che si volta e mi dice:”Tu mò mangi con noi,che ho calato troppa pasta”.Come la solito mi alzo,le ricordo che sono solo le sei di pomeriggio e nonostante il profumo,non ho affatto fame.E li saluto mentre ancora mi giunge il suo brontolio al mio rifiuto

La malinconia è un velo,che si fa sempre più spesso col passare degli anni.A quella”scenetta”vorrei assistere per tutti gli anni che Dio mi ha donato…Auguri mamma brontolona mia!

(altro…)

Pizza di ricotta

Dici pizza e pensi a Napoli.Si,qui abbiamo l’abitudine di chiamare pizze anche pietanze dolci,soprattutto se sono ricche di una golosa farcitura.E vi assicuro che questa torta,ne contiene una squisita,fatta di candida e freschissima ricotta e deliziosa crema.Un connubio,che regala la certezza di assaporare un dessert,che in bocca si scioglie e nello stomaco fa la ola.Non nel senso,che vi farà contorcere con un indolente mal di pancia,ma nel senso di esultanza…beh se poi la mangerete ancora bollente,non vi assicuro nulla,sapete bene la ricotta calda cosa può scatenare! 😯 

Ora tornando ad argomenti più sereni,vi ribadisco la bontà di questa pizza.E’ una ricetta antica,presa tantissimi anni fa da un giornalino,che allora era allegato ad un quotidiano di Napoli.Un tascabile che racconta la tradizione della cucina napoletana in cento ricette,raccontando anche gli usi e costumi.Un piccolo tesoro che ha reso negli anni,insieme agli insegnamenti della mamma,la mia cucina,spero,più buona e saporita…

(altro…)

Ciambella al mascarpone

27 Marzo – 3 Aprile 2017 la settimana BLU dedicata alla consapevolezza sull’autismo. Sul sito della FIA, Fondazione Italiana Autismo, ulteriori informazioni e dettagli degli eventi in giro per l’Italia.

Un fiorire di BLU,il colore dell’autismo,a colorare una settimana,per richiamare l’attenzione su una condizione,un modo di essere.Purtroppo si è autistici,tutta la vita;prima, durante,dopo l’ intera settimana.Un’iniziativa,questa,nata per fare in modo che se ne parli,ci si informi e soprattutto si impari ad accettare bambini e persone autistiche.Per migliorare la qualità della loro vita ,all’apparenza chiuse in un mondo tutto loro,ma dalla grande capacità di donare amore.E per ultimo,ma non ultimo,essere vicini alle famiglie che quotidianamente accudiscono i propri familiari…Abbracciamoli,facciamogli sentire il nostro”esserci”,anche attraverso un”velo di BLU”

(altro…)

Plumcake alla marmellata di mandarini

Vi avanza della marmellata?Avete voglia di un dolcino semplice,goloso,soprattutto veloce da fare e ancor più veloce da mangiare?E allora tirate fuori un mixer,mettete tutti gli ingredienti che vi elencherò e lasciate fare tutto a lui.Nel suo vortice di lame,creerà un impasto soffice ed omogeneo;non vi resterà che versarlo in uno stampo e lasciar fare poi,tutto al forno.Insomma voi farete le pigre senza sensi di colpa,perchè alla fine porterete in tavola una torta di tutto rispetto.Fate finta di nulla,anzi con una mano asciugatevi il sudore e con stanchezza lasciatevi cadere sul divano,mentre strizzate un occhio al mixer!Non sarà un inganno,è che spesso se le cose appaiono troppo facili,diventano scontate e le si apprezza poco…

(altro…)

Tortine alle noci,cioccolato e caffè

L’anno nuovo è qui già da un pò,e la mia lista dei buoni propositi è ancora bianca,neanche una lettera l’ha sfiorata.Nulla mi son ripromessa,nessun obiettivo da raggiungere,niente da pianificare o mete da raggiungere.Non è mancanza di entusiasmo o di sogni in cui credere,è semplicemente la consapevolezza che il futuro,per quanti piani si facciano,segue soltanto il suo corso e non il tuo volere.Quindi più che propositi,mi son posta delle speranze…Vorrei un gattone nero enorme e noncurante;leggere i miei amati e struggenti libri;incontrarmi con amiche care e gioiose,seguire una dieta golosa e appagante,fare lunghe camminate per questa schiena scostumata;curare con meno pigrizia il mio amato blog,essere più tecnologica e meno impedita.cercare di non litigare più col barista;essere più clemente con me stessa.Ecco,quest’ultima speranza è la più ambita…il giorno che giudicherò meno me stessa,avrò forse esaudito la mia speranza più grande.Lo auguro a voi tutte…vogliamoci più bene,perchè come mi ricordava una fatina,noi donne,siamo streghe,forse,ma con orgoglio!Ed ora per una dieta golosa ed appagante,rifate queste tortine piene,colme di cioccolato  😉 

(altro…)

Caprese con nocciole e mandorle

Un dolce sempre gradito,che si fa velocemente e che soddisfa i palati più golosi.La caprese,presente in ogni mio banchetto,è sempre gradita da tutti,grandi,fanciulli e piccini;per questo non può mancare e viene mangiata fino all’ultima briciolina,contesa chissà come mai,ogni volta dai maschi più grandi…peggio dei bambini,a dirla tutta e mi trattengo :(!E anche questa volta,in previsione di qualche compleanno in casa,ha imbandito la mia tavola col suo fare leggero,disinvolto,ma mai scontato.Forse son io ad offrirla come un dolce qualsiasi,ma lei,nella sua noncuranza e bellezza sa farsi amare ad ogni morso.Un pò come alcune donne,che nonostante gli anni destano stupore e ammirazione e loro,inconsapevoli, neanche se ne accorgono.E’ bizzarro come associ i miei dolci sempre a delle donne,ma l’eleganza è donna e i dolci anche i più casalinghi,i più rustici sono dolcezza e raffinatezza.Voi ometti invece siete più da lasagne,parmigiane  e casatielli per intenderci!;)che  senza offesa,sono anch’essi la fine del mondo!

(altro…)

CONSIGLIA Clinica Pediatrica De Marchi in festa