Casatiello sugna e pepe

RUSTICI | 25 marzo 2013 | By

” E poi sulla tavola domenica non ci sarà nulla di tutto ciò”!
Questa è la frase che il marito con la bocca piena,quasi si strozza,, va brontolando da giorni, perchè anche se mi spiace dargli ragione,ho già preparato quasi tutte le ricette della tradizione pasquale e per colpa di chi?Ma del blog naturalmente,perchè è colpa sua se mi devo anticipare di giorni se non di settimane per postare per tempo casatielli salati e dolci,taralli,tortani,pastiere di grano……no,quest’ultima ancora non l’ho fatta!E’ da giorni che compro uova a dozzine,quintali di ricotta,secchi di grano e mulini di farina,per poi ritrovarmi il giorno di Pasqua senza la voglia di rifare assolutamente nulla.
Ha paura di rimanere a digiuno il fanciullo,e gli farebbe pure bene visto ciò di cui è stato capace di ingurgitare ,meglio non pensarci.
Partiamo invece del casatiello salato va,che in tre anni di blog mi sono accorta di non aver ancora postato.Possibile non abbia condiviso la ciambella rustica di Pasqua,caratterizzata dalle uova col guscio che cuociono in forno insieme alla pasta?
 Si,è stato possibile.

Ingredienti:
1 kg. di farina (meta 00 metà manitoba)
25 g. di lievito di birra
300 g. di sugna
un cucchiaino di zucchero
pecorino abbondante
parmigiano abbondante
2 cucchiaini rasi di sale
pepe abbondante
2 uova intere
Fare un lievitino con cinque cucchiai della farina,il lievito sbriciolato,un cucchiaino di zucchero e acqua quanto basta ad ottenere una pastella morbida.Lasciare fermentare una ventina di minuti.Nella planetaria versare la restante farina,tre cucchiai del totale della sugna,il lievitino e iniziare ad impastare aggiungendo man mano l’acqua necessaria.Per ultimo unite il sale e fate incordare l’impasto,si dovrà ottenere un impasto liscio e morbido che lavorerete un pò anche sulla spianatoia leggermente infarinata.Mettere l’impasto in una ciotola capiente infarinata,lasciare lievitare coperto fino al raddoppio.(a me ci son volute un’ora e mezza,visto che le temperature si sono già alzate).Quando la pasta sarà cresciuta,stendetela all’altezza di un cm,spalmatela di sugna,cospargete di pepe,parmigiano e pecorino mescolati e ripiegatela in due.Questa operazione va ripetuta più volte,fino ad esaurimento della sugna,spianando la pasta ogni volta che la superficie da ripiegare è diventata troppo stretta.Dopo averla unta e ripiegata per l’ultima volta,tagliarne una estremità grande come una pagnottina,servirà al decoro delle uova.Avvolgere il resto a forma di cilindro e adagiare in uno stampo ad anello unto e infarinato e lasciare lievitare per altre tre ore.Quando la lievitazione sarà completa,appoggiare le uova sulla pasta ad una certa distanza e fermarle con una croce fatta con la pagnottina messa da parte.Mettere nel forno appena tiepido e lasciare cuocere a fuoco moderato,circa 165° per un’ora.
Si può arricchire come il tortano di salumi e formaggi a dadini,ma l’originale prevede l’uso solo della sugna,del pecorino e del pepe,per renderlo come un pane da accompagnare alle varie pietanze.

E poi ci sono quelle benedette uova….Io ne ho usate solo un paio,ce ne sarebbero volute almeno due di più,ma ecco,a dirla tutta mi fanno un pochino senso vederle lì adagiate sul bell’impasto,ma vi assicuro che dopo essermi ripresa dalla paura di vederle scoppiare in forno,mi sono ricreduta:ci stavano davvero bene insieme al casatiello.
E poi sono tanto di buon auspicio….

Un abbraccio forte forte e buona settimana!

Anche se qui è di nuovo maltempo!

Comments

  1. Leave a Reply

    Emanuela - Pane, burro e alici
    27 marzo 2013

    hahaha…a chi lo dici! 🙂
    Anche qui prima i fiadoni si mangiavano a Pasqua….quest'anno li abbiamo mangiati 20 giorni fa! 🙂
    Bello bello bello il tuo casatiello!
    Goloso!!!!
    Un abbraccio cara e buonissima giornata!

  2. Leave a Reply

    Babe - La Cucina di Babe
    27 marzo 2013

    Uh il casatiello!
    Lo voglio. Daiiii
    Quest'anno lo faccio anche io sai?
    Voglio proprio provare e vediamo che succede.
    Tu sei così brava!
    Un bacino a te

  3. Leave a Reply

    simona
    27 marzo 2013

    tesoro buongiorno:* non so come non ho ricevuto gli aggiornamenti di questo post.. infatti sono arrivata qui tramite fb proprio per vedere come mai non ti sentivo da tanto e se avevi pubblicato qualcosa! ecco! non sei la prima.. anzi.. in questi giorni la mia blogroll fa i capricci.. speriamo bene:/// ahh dami ti dico solo che noi l'agnello lo abbiamo mangiato 3 settimane fa e ho detto tutto.. a Pasqua ho già detto che farò altro… e Andrea mi ha risposto.. che cosa farei scusa " insalata di pesce per il mese di luglio? " ahhahah vabbè no comment:) ad ogni modo questo casatiello è uno spettacolo.. come credo immagini lo adoro! da noi lo prepariamo sempre, solitamente con l'aggiunta di salumi..però devo dire che questa tua versione nature sugna e pepe mi piace da matti… potessi averne una fetta! complimenti:*

  4. Leave a Reply

    Cinzia Ceccolin
    26 marzo 2013

    Ma quanto hai ragione Damiana!!.. Parole sante quelle di tuo marito, perchè alla fine è proprio così, si preparano un sacco di ricette per questi giorni di festa e poi quando arriva il momento, il giorno.. nulla di quello che è stato fatto è in tavola. Non che la tavola sia povera, ben inteso.. anzi.. c è sempre troppo :-). Mi sa che il casatiello napoletano e questa tua golosissima versione lo proverò sai, è bellissimo e a vedersi è stupendo. Un bacione grande e grazie per aver condiviso questa meraviglia 🙂

  5. Leave a Reply

    Rossella
    26 marzo 2013

    Io approfitto di qualche invito a cena per anticipare le ricette delle feste così accontento ospiti e blog ! e a volte rimando qualche post all'anno dopo…. comunque veniamo al tuo casatiello, ho ancora negli occhi quello che hai fatto dolce con tutte le perline…. e questo ha delle "perlone" ! Delizioso, mi piacerebbe rifarlo in piccolo con le uova di quaglia … Ciao frizzante Damiana , ti faccio tanti auguri di Buona Pasqua ! … e sono sicura che per Pasqua saprai sfornare una delizia per il marito mai contento !!!

  6. Leave a Reply

    Mammalorita
    26 marzo 2013

    mia carissima amica non so cosa darei per una fetta di questo casatiello!!!!!è una meraviglia…complimenti e un bacione…

  7. Leave a Reply

    Zonzo Lando
    26 marzo 2013

    Sono stata a rimirare le foto ancora e ancora… ma quanto ti è venuto soffice e bello! Bravissima Damiana, semplicemente bravissima!

  8. Leave a Reply

    Zonzo Lando
    26 marzo 2013

    Sono stata a rimirare le foto ancora e ancora… ma quanto ti è venuto soffice e bello! Bravissima Damiana, semplicemente bravissima!

  9. Leave a Reply

    Elisabetta
    26 marzo 2013

    è strepitoso,Damia'!!e fallo un altro sforzo e bissa tutto per il maritino,va'…ahahah a proposito di pastiera..l'altra sera,ho segnato la tua ricetta,come ti ho scritto sul commento..che ricotta mi consigli di comprare?come dicevo,non l'ho mai preparata,la pastiera..complimenti co core,piccre' e n'abbraccio casatielloso ^___^

  10. Leave a Reply

    La cucina di Esme
    26 marzo 2013

    Favoloso il tuo casatiello ti è venuto perfetto! Anche sulla nostra tavola non c'è Pasqua o pasquetta senza una fetta di questo mitico lievitato!
    baci
    Alice

  11. Leave a Reply

    Federica Simoni
    26 marzo 2013

    eccezzionale, come tutti i vostri piatti della tradizione!lo segno dovrò farlo!! un abbraccione!

  12. Leave a Reply

    paneamoreceliachia
    26 marzo 2013

    Io li amo tutti i vostri piatti pasquali. Non sai quante Pasque e Pasquette ho trascorso a Ercolano, Amalfi, Ischia. Ai miei piaceva tantissimo ed era per noi la prima vacanza primaverile dell'anno. Se per caso per Pasqua non si riusciva, si partiva per il 25 Aprile o il 1 MAggio. E tutte queste delizie che prepari mi ricordano i piatti che ci allietavano in quelle giornate. Questo casatiello è spettacolare e mi sa che tuo marito ha poco da lamentarsi visto che a quest'ora lo avrà già mangiato in quantità. Un abbraccio e buona settimana.
    Alice

    • Leave a Reply

      Lynsey
      22 ottobre 2016

      My only real two faeitrouvs so far are Marley and Moonrise Kingdom. In addition I really liked The Grey, 21 Jump Street and The Avengers, but wouldn’t call them potential “best of the year” material.

  13. Leave a Reply

    elenuccia
    25 marzo 2013

    Se tuo marito ha bisogno di un valido aiuto per far smaltire tutte le tue ricette pasquali per il blog fammi un fischio 🙂
    Quest'anno ho deciso di prendermi una pausa dalla preparazione del pranzo pasquale, andiamo a farci una piccola vacanza in austria

  14. Leave a Reply

    Le Ricette di Tina
    25 marzo 2013

    Ciao tesoro ahahahah ho il tuo stesso problema!Faccio tutto in anticipo e quando si deve mangiare non ho niente,quest'anno per fortuna mangeremo la pastiera visto che l'ho già pubblicata ahahah la farò con calma :D..sai che non ho mai fatto il casatiello così?Da noi si usa preparare il tortano..segno volentieri hihiih..ciao cara buona settimana

  15. Leave a Reply

    Roberta Morasco
    25 marzo 2013

    ah!ah!ah!..e c'hanno pure ragione però i mariti che dici Damiana??
    Ma che ci possiamo fare..il blog è la nostra 'creatura' 😉
    Ma che meraviglia il casatiello, l'ho visto una volta alla TV, e forse c'ho pure la ricetta da qualche parte..è bellissimo oltre al fatto che dev'essere tanto buono!!!
    Un abbraccio forte! Roberta

  16. Leave a Reply

    paola
    25 marzo 2013

    buono, buono; ricordo quando la mia nonna lo preparava proprio come hai fatto tu,era e penso che anche il tuo casatiello sia una goduria, morbido, saporito, goloso; io invece non lo preparo più così, troppo grasso, pazienza. Buona settimana

  17. Leave a Reply

    Cristina
    25 marzo 2013

    Che bello… Mi appresto ad andare da mia suocera per Pasqua e il casatiello me lo farà trovare di sicuro. Buonissimo e "leggero" 😀
    Questo tuo è davvero una meraviglia!

  18. Leave a Reply

    Lory B.
    25 marzo 2013

    Che ridere Dami, però diciamo la verità, i nostri mariti "a volte" hanno ragione!!
    Bene, bene, questa meraviglia la mangio tutti gli anni, me la prepara una mia amichetta!! Avendo la tua ricetta quest'anno però… potrei provare io!!!!!!!!!!!
    Che fameeee ^_^
    Un abbraccio tesoro bello!!!

  19. Leave a Reply

    Scarlett:
    25 marzo 2013

    ma che e' sta delizia??!!!!!!madonnina bella ma qui urge un morso anzi due ,facciamo tre!!!!!!!!! ok tutto..troppo buono…
    PS:mica ho fatto il bagno ieri…ma solo foto e respirato aria di mare…e tu lo sai quanto e' salutare per una donna del Sud!!

  20. Leave a Reply

    Luca Monica
    25 marzo 2013

    Ciao Dami!!!!
    Tuo marito ha ragione però…..ma per il blog questo ed altro!!!!!
    Ragazzi che meraviglia!!!! Non l'ho mai assaggiato….mi fai venire una voglia!!!!

    un abbraccio grande
    monica

    (fotocibiamo)

  21. Leave a Reply

    CuorediSedano
    25 marzo 2013

    Un capolavoro!!!
    Utilissimo step by step..grazie!
    Le foto con l'impasto lievito nello stampo sono eccezionali e rendono perfettamente l'idea di quanto sia gustoso e ricco.
    Bravissima!!!
    Aspettando la versione della mitica pastiera…;)

  22. Leave a Reply

    Fr@
    25 marzo 2013

    Mi piacciono le ricette tradizionali.
    Da quanto ho capito ho sempre mangiato il tortano.
    Mi sta venendo voglia di mangiarlo. Devo provarlo.

  23. Leave a Reply

    monica
    25 marzo 2013

    bellissimo stampo tesorina, e quell'impasto con la croce che lievita è un simbolo che rasenta il misticismo, si guarda e si annusa in religioso silenzio. Ma il tuo maritino non me lo trattà male, sabato fai una cosa veloce ma pasquale e santo cielo Damiù. Comunque tutto è sempre colpa del blog. Io ieri ho cacciato un urlo che si sono spaventati pure i miei figli che di solito non li smuove niente, perché ho cancellato delle foto da picasa e quindi dal blog. Tragedia in corso. ;i consolo con una bella fetta di casatiello seduta comoda comoda a casa tua. Si hai capito mi sto autoinvitando 🙂 un abbracico tesorina mia. nuuuu ma che hai messo i codici captcha mo, ma io so cecata…

  24. Leave a Reply

    Roberta
    25 marzo 2013

    Che meraviglia Dami, ognuna delle foto mette voglia di addentarlo!! Prima, durante e dopo Pasqua, non importa 🙂
    Un abbraccio immenso!!

  25. Leave a Reply

    Any
    25 marzo 2013

    L'ho detto in altre occasioni, adoro l'Italia anche dal punto di vista culinario, si mangia bene dappertutto e ogni regione ha delle specialità da leccarsi i baffi.
    Ricette che DEVONO essere tramandate, non lasciamo che la cucina moderna, il finger food (che mi piacciono, per carità) prendano il posto alla tradizione!
    Ti ammiro per questo Damiana, sai portare avanti la tradizione, ricette stupende eseguite in un modo adorabile.
    Un abbraccio grande e complimenti!

  26. Leave a Reply

    Sar@
    25 marzo 2013

    Una passione che ci accomuna e che impegna tanto, è bello però condividere le proprie tradizioni… Il tuo casatiello è spettacolare! Bravissima Damiana, Grazie per la condivisione 😉

  27. Leave a Reply

    Dani
    25 marzo 2013

    Il casatiello *_*
    Ovviamente fatto da te è perfetto!
    Dai perdonalo tuo marito! Ogni tanto anche io provo un pò di "pietà" per il mio povero Assistente costretto a "subire" gli svantaggi di una fissata del blog… certo hanno anche tanti vantaggi (piatti nuovi e gustosi ogni settimana, mentre ci sono donne che propinano ai propri compagni solo surgelati) però OGNI TANTO lo capisco. Solo OGNI TANTO intendiamoci…
    Bacioni e felicissima settimana

  28. Leave a Reply

    Tiziana M
    25 marzo 2013

    sai che è vero… per il blog "bisogna" sempre anticipare le ricette, direi per dare la possibilità agli altri di provarle nei gironi giusti!! io ancora non ci son riuscita.. per carnevale ho postato le catagnole un mese dopo.. va beh.. comunque dai, l'importante è mangiarle queste delizie, poi il periodo è un particolare ;-)))
    Ma quant'è bello questo Casatiello!?!?? e chissà il sapore col parmigiano il pecorino e il pepe.. mamma mia che buono!!!
    sai che non avevo mai pensato all'esplosione delle uova.. ahhhh!!! bacioni!!

  29. Leave a Reply

    renata
    25 marzo 2013

    ahahah
    è vero anch'io sono settimane che compro ricotta e uova e farina e ancora e ancora……..
    qui siamo tutti ciccia e brufoli ma non riesco a fermarmi
    e tesoro….si è colpa del blog…MA CHE BELLO!!!!!!! Siiiiiiiiii
    è divertente e pieno d'entusiasmo condividere,assaggiare e provare le varie ricette
    e il tuo casatiello con quella bella spalmata di sugna è una vera chicca preziosa
    Grazie della ricetta tesoro
    e buona settimana

  30. Leave a Reply

    Simo
    25 marzo 2013

    ohmamma che spettacolo di casatiello, ma lo sai che non l'ho mai assaggiato???!
    E mi fa una gola, lo ammetto…mi ci tufferei nelle tue foto!
    Verissimo, comunque quello che dici in merito al blog, anche io ieri ero alle prese con delle colombelle, ehehehe…e il marito ingurgitava e brontolava! Tutti uguali questi ometti…che si lamentano sempre con la bocca piena, guarda un pò!
    baci amica mia

  31. Leave a Reply

    Ely Mazzini
    25 marzo 2013

    Ciao Damiana, già le foto della preparazione mi hanno fatto venire l'acquolina, mi immagino l'assaggio di questo favoloso casatiello!!!
    Davvero bello e goloso, sei fantastica!!!
    Bacioni, buon inizio settimana 🙂

  32. Leave a Reply

    Ely
    25 marzo 2013

    Angelo vero.. ma che capolavoro!! 😀 Anche io farò il Casatiello, su richiesta di Isi..! 😀 Almeno quello non posso evitare di farglielo.. però il tuo è inimitabile.. sono rimasta a bocca aperta ed è un trionfo di festa!! Sei unica tesoro.. ahah, mi hai fatto sorridere con il tuo maritino. Guarda, sono sicura che invece a Pasqua lo stupirai ;)) Dopo il fine settimana tremendo io mi sento in un frullatore.. senza contare che sarà una settimana da farsi il segno della croce. Vabbè, con questo gelo e questa pioggia mi godo il tuo sorriso di sole e ti abbraccio forte, amica mia!! TVTTTTB!

  33. Leave a Reply

    Federica
    25 marzo 2013

    Cosa non si fa per il blog eh? Alla talpa in fondo va anche bene, perché se non fosse per la scusa del blog certe ricette (tipo la colomba!) non mi sognerei neanche di farle, quindi meglio in anticipo che per nulla 🙂 E centellinate una alla volta pian pianino dai che si gustano anche di più che tutte insieme sulla tavola delle feste. Ma che goduria è ‘sto casatiello? Sono sicura che una fettina per Pasqua gliel’hai tenuta da parte al maritino 😉 Un abbraccio bimba, buona settimana

  34. Leave a Reply

    sabina
    25 marzo 2013

    tesoro, voi napoletani mi fate morire con tutte le vostre squisitezze pasquali…..da noi c'è ben poco della tradizione per Pasqua.
    Comunque di a tuo marito che è meglio gustarsi tutto giorno dopo giorno anzichè trovarsi tutto sulla tavola in un unico giorno.
    A me quest'anno con freddo e pioggia non viene nessuna ispirazione per questa festa…..forse due uova sode colorate 😉
    un bacione

  35. Leave a Reply

    Vaty ♪
    25 marzo 2013

    Buongiorno cara!!! Hehe capisco e come:)) per fortuna io non posto ricette italiane e quindi questo inghippo non ce l'ho però talvolta mi capita con i dolcetti x feste che x fotografarle le devo preparare prima poi arrivò al giorno della festa sfinita e senza nulla:(
    Sei stata bravissima in questa preparazione. Confesso che l'ho mangiata solo 1 volta e 10 anni fa. Ricordo le uova e feci lo stesso pensiero tuo.
    Complimenti cara ora si che è quasi Pasqua.

  36. Leave a Reply

    Paola
    25 marzo 2013

    In tre anni di blog è la prima volta che vedo il vero casatiello. Io stessa ne ho fatto uno, ma ho spacciato per casatiello il tortano. Allora però non conoscevo la differenza tra l'uno e l'altro. Io invece non mi anticipo mai, li faccio sempre al momento. Semmai mi anticipo per l'anno dopo 😉 Però ha ragione tuo marito, come hanno ragione i miei e il mio Amore quando mi dicono "Lo fai adesso e ed è venuto bene, poi no lo fai più perché ti metti a provare altro". Anzi c'è da dire che quasi mi offendo quando mi chiedono di rifare un dolce o un piatto già fatto. Bah, che strane cape che teniamo 😀
    Il tuo casatiello mi piace assai :)Magari invece del tortano quest'anno mi lancio proprio sul tuo casatiello 😉

  37. Leave a Reply

    Dolci a gogo
    25 marzo 2013

    Quanto hai ragione tesoro, per mostrare anche alle altre le ricette della tradizione si finisce poi che ci passa la voglia di rifarle il periodo giusto…io sono pronta inizio questa settimana e che dire del tuo casatiello….da napoletana dava a questa visione ho fatto la hola:-D:-D:-D!! Bacioni, Imma

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>

CONSIGLIA Pao de queijo